Zlatan Ibrahimovic: La Top 5 dei gol dopo la magia al Saint-Etienne

La top 5 dei gol più belli di Zlatan Ibrahimovic
Ecrit par

Zlatan Ibrahimovic ha realizzato una tripletta, condita da un gol pazzesco, nel corso della semifinale di Coppa di Francia contro il Saint-Etienne. Guarda su melty la top 5 delle sue marcature più belli di sempre!

La dura legge di Zlatan Ibrahimovic i tifosi di Milan, Inter e Juventus la conoscono molto bene, dopo le annate passate dal bomber svedese sotto la Madonnina e all'ombra della Mole. Ora anche i supporters francesi del Paris Saint Germain si sono abituati alle sue prodezze in campo. Ibrahimovic è probabilmente l’attaccante più completo al mondo, combinando velocità, potenza, precisione e acrobazie come nessun altro. Il segreto per i suoi colpi ad effetto è il taekwondo, arte marziale di cui è cintura nera. Ibra è anche il calciatore complessivamente più pagato della storia nell'arco delle sue varie peregrinazioni da una squadra all'altra: 170 milioni di euro circa è la cifra che Juventus, Inter, Barcellona, Milan e Paris Saint Germain hanno versato nel conto in banca dell'asso svedese per assicurarsi le sue prestazioni. Nella serata di mercoledì 9 aprile il numero 10 del PSG ha punito il Saint Etienne nella semifinale di Coppa di Francia con una tripletta: rigore, destro terrificante e, soprattutto, un'autentica magia per saltare il portiere Ruffier e depositare in rete a porta ormai sguarnita. Noi di melty abbiamo colto l'occasione per selezionare i 5 gol più belli realizzati da Ibrahimovic nella sua carriera.

Il gol contro il Saint Etienne in Coppa di Francia 5 - AJAX-BREDA (2001)

Il gol più bello di Ibrahimovic con la maglia dell’Ajax è quello realizzato al Nac Breda in una partita di Eredevise il 22 marzo 2001. Ibra allora era un giovane attaccante, ma già era chiaro a tutti che sarebbe diventato uno dei più grandi del calcio. La stella dei Lancieri parte palla al piede e dopo essersi bevuto gli avversari come bicchieri d’acqua i difensori avversari ha messo a sedere il portiere depositando comodamente il pallone in rete. Amazing Ibra!

4 - JUVENTUS-LIVORNO (2006)

Juventus Livorno 3-0 (campionato 2005-2006) vide probabilmente il gol più bello di Ibra con la maglia bianconera. Gli uomini di Fabio Capello sono imbrigliati dal pressing e dal centrocampo a 5 schierato da Roberto Donadoni e dopo un’ora di gioco la partita è ancora ferma sullo 0-0. A sbloccarla ci pensa proprio Zlatan, che con un pallonetto al volo scavalca il portiere facendo esplodere i tifosi juventini. Ibra Kadabra!

3 - PALERMO-INTER (2009)

Zlatan Ibrahimovic ha aiutato (e non poco) l’Inter a vincere di nuovo il campionato italiano e nel 2008-2009 fu capocannoniere della Serie A con 25 gol. Uno dei gol più belli realizzati in nerazzurro fu realizzato al Palermo proprio in quella stagione, nel match terminato 0-2 per l’Inter. Un destro terrificante dalla fascia destra, da distanza siderale, con la palla che bacia la parte interna del palo alla sinistra del portiere rosanero per poi terminare la sua corsa in fondo al sacco. Zlatan Bazooka!

2 - SVEZIA-INGHILTERRA (2012)

Il gol più bello della stagione 2012-2013 è quello realizzato da Ibrahimovic il 14 novembre 2012 con la maglia della sua Nazionale, in Svezia-Inghilterra 4-2, in cui il capitano scandinavo firmò addirittura un poker. Ibra riuscì a incantare persino la tv britannica dopo un gol in rovesciata da oltre 30 metri: un gol meraviglioso quasi da sembrare irreale. Steven Gerrard, capitano dei Leoni inglesi, dichiarò a fine partita: “È certamente il più bel gol che ho mai visto”.

1 - SVEZIA-ITALIA (EUROPEI 2004)

Il gol più bello della carriera di Zlatan Ibrahimovic, ad avviso della redazione di melty, è quello siglato (ahinoi) contro l’Italia agli europei del 2004. Il colpo dello scorpione con cui la stella svedese ha superato Gigi Buffon e sorpreso Bobo Vieri, appostato sulla linea di porta, ha praticamente eliminato la nazionale azzurra di Giovanni Trapattoni. L'exploit europeo fece gravitare su di lui le attenzione dei principali club italiani, con la Roma di Fabio Capello che lo aveva praticamente acquistato per 18 milioni di euro. Senonché il tecnico di Pieris decidette alla fine di cambiare panchina, accettando la corte di Gianni Agnelli, portando con sé alla Juventus anche la punta svedese...

Crediti: YouTube, ultimecalcionapoli.it