WhatsApp: Perché le telefonate arriveranno solo nel 2015?

WhatsApp, novità in ritardo
Ecrit par

Brutta notizia per tutti i numerosissimi possessori di WhatsApp. Le tanto attese telefonate all'interno della popolare applicazione non arriveranno prima del 2015. Scopriamo insieme i perché di questa scelta.

Vi stavate già preparando per telefonare tramite la vostra applicazione WhatsApp? Frenate i vostri entusiasmi perché il team di sviluppo ha deciso di ritardare per l'ennesima volta l'arrivo di questa importantissima funzione negli smartphone di tutto il mondo. Una scelta sofferta, arrivata proprio quando trapelava la possibilità di avere le telefonate sul proprio WhatsApp proprio a partire da uno dei prossimi aggiornamenti. Invece ancora una volta si dovrà attendere, probabilmente a inizio del prossimo anno, per dei problemi riscontrati all'interno delle consuete fasi di test della funzione. Ma quali sono stati questi problemi? L'applicazione sembra funzionare abbastanza bene ma sembra ci siano alcune criticità che non la rendano ancora pronta per la diffusione capillare nel mondo. In primo luogo si vuole eliminare un fastidioso rumore di fondo che imperversa durante le chiamate tra più microfoni. Ma il motivo principale alla fine è un altro e riguarda principalmente l'utilizzo di questa funzione con il dispendio più basso possibile di connessione. Si vuole raggiungere uno standard che permetta di utilizzare le telefonate anche con connessioni 2G o EDGE, quelle della generazione precedente e ancora parecchio diffuse nei Paesi ancora in via di sviluppo. Con la possibilità di telefonare anche con un basso consumo di dati WhatsApp trarrebbe un grande vantaggio in tutti quei Paesi, come India e Brasile, dove l'app è diffusissima ma non esistono ancora protocolli di connessione ad altissime velocità.

Riusciranno gli sviluppatori a rendere possibile questa nuova funzione? WhatsApp (qui l'arrivo della terza spunta) si è sempre distinta come un'applicazione molto leggera e capace di funzionare senza un altissimo dispendio di energie, fare in modo che anche le telefonate proseguano su questa linea sarà fondamentale per garantire lunga vista all'amatissimo sistema di messaggistica istantanea. Le telefonate sono diventate un pallino degli sviluppatori e saranno l'unico modo per avvicinare il sistema ad applicazioni che già da tempo forniscono chiamate e videochiamate come Viber o Skype. Solo includendo servizi di telefonia si potrà davvero competere ad armi pari con tutte le altre app del settore. Nel frattempo, comunque, prosegue a grande velocità la crescita di WhatsApp che è davvero molto vicina dal toccare il miliardo di utenti nei prossimi mesi. Un risultato che avrebbe dell'incredibile e che spingerà l'azienda, da poco acquistata da Facebook, sempre più in alto. Sino ad ora l'influenza di Zuckerberg non si è fatta sentire più di tanto ma voci di corridoio parlano di un arrivo della pubblicità all'interno dell'app nel prossimo futuro. I vertici di WhatsApp si sono detti da sempre contrari ad una scelta che potrebbe seriamente scontentare l'utenza, da sempre abituata ad un'applicazione sponsor-free, ma è improbabile che il leader di Facebook non decida prima o poi di battere cassa e iniziare a far fruttare il suo grande investimento.

Crediti: TMnews, Archivio web