Vuelta 2015: Fabio Aru maglia rossa nella 12a tappa, Froome si ritira

Fabio Aru maglia Rossa nell'11a tappa
Ecrit par

Fabio Aru dopo 11 tappe diventa maglia rossa alla Vuelta. Nella frazione sui Pirenei vince il compagno Landa, mentre Froome cade e fa una brutta figura in diretta tv.

Fabio Aru dopo aver vestito la maglia Rosa al Giro veste anche la maglia Rossa alla Vuelta di Spagna. Stavolta la speranza è che il sardo possa conservare la maglia di leader della classifica generale fino a Madrid, previsto domenica 13 settembre. Il ciclista dell'Astana dopo la squalifica di Vincenzo Nibali dalla corsa non ha avuto paura di puntare in alto e nell'11esima tappa è diventato primo nella generale conquistando la maglia Rossa. E lo ha fatto nel giorno più duro di tutti e tre i grandi giri. La tappa Andorra la Vella-Cortals d'Encamp sui Pirenei contava 138 chilometri ma soprattutto 4 Gran premi della montagna di 1a categoria, uno di 2a categoria e l'ultimo Especial, ovvero l'Hors Categorie del Tour de France. Aru è stato freddo e bravo nella salita finale. Il sardo infatti è stato staccato dalla coppia Purito Rodriguez-Tom Dumoulin nella discesa che porta all'ascesa finale. Fabio Aru non si è fatto prendere dal panico e con il suo ritmo ha prima raggiunto i fuggitivi e poi è andato in fuga, grazie anche al duro lavoro dei compagni di squadra dell'Astana tra cui l'italiano Diego Rosa. Il compagno Landa nel frattempo, andato in fuga, è scattato a sua volta per conquistare una prestigiosa vittoria di tappa. Aru è giunto sul traguardo a più di un minuto dal compagna basco ma è riuscito a strappare la maglia Rossa a Dumoulin per circa 30 secondi. Purito Rodriguez ha tenuto botta e ora è secondo proprio dietro l'olandese, con tre secondi di vantaggio. Rispetto al Tour de France tutti i protagonisti sono decaduti. Alejandro Valverde, terzo sul podio di Parigi, è giunto con oltre 3 minuti di ritardo. Fa impressione vedere che il secondo del Tour, ovvero Nairo Quintana, abbia preso 3 minuti da Aru.

Vuelta 2015: Fabio Aru maglia rossa nella 12a tappa, Froome si ritira

La Movistar prima della partenza aveva avvertito che il corridore colombiano pativa un po' di febbre. Quintana però è dall'inizio della corsa spagnola che non convince. Convince ancora meno la maglia gialla del Tour 2015 Chris Froome. Il britannico è giunto sul traguardo di d'Encamp con oltre 7 minuti di ritardo, chiudendo al 32esimo posto nella classifica di giornata. Froome si è reso protagonista di una bestemmia in italiano ripresa dalla tv spagnola e trasmessa in diretta tv. Il britannico non è nuovo a queste cadute e stavolta così come lo scorso anno al Tour deve alzare bandiera bianca. Gli esami hanno evidenziato una frattura all'osso navicolare del piede. Il sogno di Froome di diventare il terzo corridore a vincere Tour e Vuelta nello stesso anno si spegne dopo sole 11 tappe e una Vuelta corsa abbastanza mediocre per le aspettative della vigilia, chiusa al 15esimo posto. Per quanto riguarda l'ex Maglia Rossa Dumouline, l'olandese promette battaglia nelle ultime 10 tappe vista la buona condizione mostrata finora. Purito Rodriguez è invece l'altro corridore da cui Aru deve guardarsi per la vittoria finale, soprattutto per le sue caratteristiche di scalatore. Un po' indietro Rafal Majka, quarto a 1' 28''. Gli italiani Domenico Pozzovivo e Gianluca Brambilla che dopo 11 tappe stazionano all'11esimo e 13esimo posto, distanti 1' e 2'30 dal sudafricano della Mtn-Qhubeka Louis Meintjes, 10° nella generale. Puntare ad entrare nei primi 10 non è impossibile.

Crediti: eurosport, vuelta