Voti Gazzetta Cagliari-Napoli 0-3 e Inter-Milan 0-0 posticipi 31^ serie A

Longo e Jorginho
Ecrit par

Fantacalcio, i voti Gazzetta di Cagliari-Napoli 0-3 e Inter-Milan, posticipi della 31^ di serie A. Al Sant'Elia gol di Callejon, Gabbiadini autogol di Balzano. A San Siro Inter-Milan finisce a reti inviolate.

Fantacalcio, i voti Gazzetta di Cagliari-Napoli 0-3 e Inter-Milan 0-0 posticipi della 31^ giornata di serie A. Gli azzurri approfittano del pareggio della Roma e della sconfitta della Lazio e vincono con un tris di gol a cagliari. Le reti di Callejon (assist di Hamsik), Balzano (autogol) e Gabbiadini. Ora la squadra di Benitezè distante solo cinque lunghezze dalle romane. A San Siro il derby dalle deluse del campionato finisce a reti inviolate sebbene numerose azioni da gol. Nel computo finale meglio l'Inter, più vicino alla vittoria finale con Palacio e Icardi. Milan meglio nel primo tempo ma senza mai avere il guizzo di un attaccante. Buono l'esordio di Suso dal primo minuto. Deludente Menez, troppo avulso dal gioco. Nell'Inter bene Palacio e Icardi, mentre Hernanes non all'altezza del ruolo di trequartista. Grande sofferenza di Juan Jesus sulla fascia per le sgroppate di Suso e Abate. Ma andiamo alle due partite. CAGLIARI-NAPOLI 0-3. Benitez decide di far riposare Inler e schiera Jorginho insieme a Gargano. In attacco per la prima volta dopo quasi sei mesi dall'infortunio torna dall'inizio Lorenzo Insigne. Fuori sia Mertens che Gabbiadini, confermati Callejon e Higuain rispetto alla vittoria in trasferta di Wolfsburg (qui gli highlights di Wolfsburg-Napoli 1-4). Nel Cagliari invece Zeman conferma il tridente composto da M'Poku-Sau-Farias. Al posto dello squalificato Crisetig gioca il capitano Conti. Il primo squillo al 9' è di Insigne, il cui tiro non impegna più di tanto Brkic. Dalle prime battute gli azzurri sembrano padroni del campo. I sardi sono troppo larghi e lasciano numerosi spazi tra i reparti.

All'11' Maggio viene ammonito ed è una brutta notizia per Benitez, perché il laterale era diffidato e salta la partita con la Sampdoria, sua ex squadra. Al quarto d'ora il Napoli va vicino al vantaggio. Higuain calcia a botta sicura ma ci vuole la respinta essenziale di Ceppitelli per evitare il gol. Che è nell'aria e arriva al 24'. Hamsik con bel passaggio imbecca Callejon: controllo perfetto e Brkic stavolta non può nulla. Il portiere serbo al 38' ci mette una pezza su un tiro dal limite dell'area di Hamsik. Il Cagliari prova ad attaccare ma la difesa partenopea è attenta. Nel primo minuto di recupero Il Napoli raddoppia. Callejon con cross teso e forte costringe Balzano all'anticipo su Insigne e per sua sfortuna la palla schizza dentro la porta difesa da Brkic. Autogol e 2-0 che lascia ammazza le poche speranze di rimonta dei sardi nella pausa. Nella ripresa Zeman toglie dal campo Sau e lancia il giovane Longo. Nelle fila del Napoli i compagni provano a far segnare Gonzalo Higuain. Il Pipita all'8' di gioco fa fuori tre avversari ma non l'ultimo, ovvero Balzano, che salva la sua porta. Benitez decide di far sedere in panchina Hamsik e all'11 inserisce Manolo Gabbiadini. E' proprio l'attaccante a siglare il 3-0 tre minuti dal suo ingresso in campo, grazie a un preciso tiro di sinistro dai 20 metri. Zeman prova a giocarsi tutto in maniera tardiva. Al 20' il boemo lancia Cossu e Joao Pedro e richiama Farias ed Ekdal. Benitez fa riposare Higuain e dà a Zapata una mezz'ora. Gli azzurri subito dopo rimangono in dieci per il secondo giallo di Maggio. Benitez decide così di equilibrare la sua squadra: dentro Mesto e fuori Callejon, per l'ultimo cambio. I sardi nell'ultimo quarto d'ora provano a spingere per siglare almeno il gol della bandiera ma l'attenta difesa partenopea gestisce bene l'inferiorità. >>> Qui i voti Gazzetta di Cagliari-Napoli 0-3

INTER-MILAN 0-0. Mancini stravolge la formazione. In difesa Juan Jesus viene dirottato sulla corsia sinistra, Vidic al centro insieme a Ranocchia. A centrocampo la sorpresa è Gnoukouri e Kovacic al suo fianco per sostituire gli squalificati Guarin e Brozovic. Il trequartista è Hernanes, dietro la coppia Palacio-Icardi. Nel Milan Inzaghi sceglie Suso e non Honda sulla corsia di destra; in mezzo al campo c'è van Ginkel e sugli esterni Abate e Antonelli. Nei primi dieci minuti molto meglio l'Inter del Milan. All'11' il primo squillo è Hernanes, il cui tiro viene spinto sopra la traversa da Diego Lopez. Un minuto dopo il Milan si fa vedere con Menez, che fugge per 40 metri e prova a servire un compagno in area senza risultati. Il Milan dopo un inizio di marca nerazzurra va alla conclusione per ben due volte con Suso ma Handanovic è attento a respingere. Al 35' Abate brucia Juan Jesus sulla fascia e serve Menez: cross basso del francese e uscita bassa di Handanovic. Il Milan è in un buon momento ed è la squadra di Mancini a soffrire. Nell'ultimo quarto d'ora di gioco non accade nulla.

Al 57' l'Inter costruisce una grande occasione da gol. Icardi di testa suggerisce per Palacio, che scarta Diego Lopez in uscita ma trova la chiusura fondamentale di Mexes sulla linea. Al 61' l'Inter ci prova con una conclusione da fuori area di Kovacic, troppo imprecisa per impensierire il portiere rossonero. Al 70' l'Inter va in vantaggio grazie a un autogol di Mexes ma l'arbitro Banti annulla per un fallo di Palacio su Antonelli. A un quarto d'ora dalla fine Mancini decide di togliere Kovacic per Shaqiri. Inzaghi poco prima toglie uno stanco Suso per Mattia Destro. Al 79' l'Inter va molto vicino al gol. Toro di Obi da dentro l'area e deviazione a colpo sicuro. di Palacio e parata col volto di Diego Lopez. A cinque minuti dalla fine un errore in fase d'impostazione dei nerazzurri permette a Bonaventura di involarsi e a Destro di calciare dal limite dell'area con Handanovic attento a parare. Al 90' Icardi scatta sul filo del fuorigioco ma il tiro dell'argentino finisce fuori di un paio di metri. L'ultima azione pericolosa è del Milan e porta la firma di De Jong, sulla cui acrobazia Handanovic controlla senza affanni. >>>> I voti Gazzetta di Inter-Milan

Crediti: web , yotube, ansa