Verona-Juventus 2-2: Voti Gazzetta e highlights 38a Serie A 2014/2015

Roberto Maxilimilian Pereyra esulta dopo il gol Verona
Ecrit par

I voti Gazzetta di Verona-Juventus 2-2, anticipo dell'ultima giornata di Serie A. Juve due volte in vantaggio con Pereyra e Llorente. Toni e il gol di Gomez regalano il pari. Gli highlights di Verona-Juve 2-2 del 30 maggio 2015.

E' ancora una fatal Verona per la Juventus. Come lo scorso anno il Verona agguanta un pareggio negli ultimi secondi di gara, per un 2-2 identico nel risultato. Stavolta è Juanito Gomez a beffare la Signora, con un colpo di testa su un cross disperato 'in the box'. Chi ha vinto la sfida è Luca Toni, che segna il 22esimo gol in campionato e fa un grosso passo avanti nella classifica marcatori. Numeri incredibili per il 38enne: 42 gol in due stagioni e 4a vittoria nella classifica marcatori a un passo (Icardi è l'unico a poterlo scalzare). La serata non sarà ricordata bene da Carlos Tevez, che si fa parare da Rafael un rigore a pochi minuti dal termine e deve dire addio ai sogni di gloria personali. La Juve però esce indenne dalla sfida dal punto di vista degli infortuni e coltiva il ritmo partita in quasi tutti i suoi giocatori, obiettivo di Allegri alla vigilia. Nella finale di Berlino, salvo ko in allenamento e la valutazione di Barzagli, dovrebbero esserci tutti i big. Ma andiamo alla cronaca del match. Nel Verona Mandorlini non recupera Obbadi e schiera Greco in mediana. Sala scala così in difesa mentre in attacco Jankovic e Juanito affianca Toni. Nella Juve Allegri conferma tutti i big tranne Morata e Lichtsteiner. Padoin ed Evra giocano sugli esterni, mentre è Llorente a giocare al posto del connazionale. La prima occasione è del Verona dopo neanche cinque minuti di gioco ed è per Toni, che sbaglia il controllo e spedisce il pallone fuori dallo specchio tutto solo davanti a Buffon. La Juve gioca sul velluto, con la paura degli infortuni e di saltare la finale ma con la consapevolezza di coltivare il ritmo partita per la finale di sabato. Al 23' è la squadra bianconera a farsi viva: torre di Tevez e conclusione alta di Marchisio. Il Verona quando aumenta il ritmo mette in difficoltà la Signora. Al 28' è Agostini ad avere un'ottima chance ma la spreca con un tiro sbilenco da dentro l'area. Poco dopo la mezz'ora Hallfredsson va sul fondo e Toni mette di poco a lato anticipando in spaccata Buffon sul primo palo. Due minuti e una sponda di testa di Marchisio è preda di Llorente: tiro terrificante del Navarro e traversa piena. Ma al 42' Pereyra sfoggia un gol alla Del Piero, togliendo le ragnatele dall'incrocio dei pali della porta gialloblù.

Hellas Verona 2-2 Juventus All Goals and... di enteritament

Nella ripresa Allegri per preservare il suo centrocampo decide di far rimanere Marchisio negli spogliatoi per Sturaro. Al 3' una palla persa da Tevez innesca il contropiede guidato da Hallfredsson e finalizzato da Toni, che infila Buffon con un preciso tiro a fil di palo. Per il bomber è la 23esima rete in questo campionato, ora a + due da Teveze e Icardi. Toni al 9' ha anche la palla per la doppietta ma il suo tiro al volo è ciccato, graziando così Buffon. La Juve non ci sta e vuole chiudere in bellezza la stagione. Così al 13' ritorna in vantaggio. La difesa del Verona fa il fuorigioco ma un palla col tempo giusto di Pirlo permette a Padoin di entrare in area e servire Llorente per il facile tap-in. Per lo spagnolo è il settimo gol in 31 partite di campionato. La partita si spegne un po', anche perché il Verona sembra esser stanco. Al 35' si fa vivo Carlos Tevez, il cui diagonale si spegne sul fondo. La partita sembra finire al 43', quando Di Bello fischia un calcio di rigore a favore della Juve per un fallo di Marquez su Llorente. Dal dischetto si presenta Carlos Tevez ma Rafael con una grande parata devia in angolo e spegne le speranze di Tevez di un aggancio in extremis nella classifica marcatori. Negli ultimi secondi Pepe entra da dietro su Valoti e si fa espellere. Dalla punizione alla disperata Gomez svetta su tutti e insacca facendo esplodere il Bentegodi. Qualche colpa ce l'ha Gigi Buffon, poco attento a spazzare la palla dall'area, per una traiettoria di certo non impossibile da prevedere. >>>> Qui dopo l'una i voti Gazzetta di Verona-Juventus

Crediti: Youtube, lapresse