Vasco Rossi: "Bollicine", storia di un album che compie 30 anni

Vasco Rossi
Ecrit par

Il sesto album di Vasco Rossi, "Bollicine", compie 30 anni il prossimo 14 Aprile. Su melty.it riscopriamo la sua storia, dal Festival di Sanremo 1983 alla conquista della prima posizione della classifica di Rolling Stones.

"Ci sarà un vincitore vero, e verrà dopo", titolava "La Stampa" del 6 febbraio 1983, alla conclusione del Festival di Sanremo. Tre generazioni dopo, "Bollicine" di Vasco Rossi è diventato uno degli album italiani più venduti di sempre. Ma 'Vita spericolata", la traccia numero 4 dell'album, a quel Festival di Sanremo sarebbe arrivata solo 26° su 27. Quell'anno aveva vinto Tiziana Rivale con "Sarà quel che sarà", e Vasco Rossi aveva abbandonato il palco lasciando che fosse il playback a finire la canzone. "Vita spericolata", scritta da Tullio Ferro dei Luti Chroma, band bolognese, era la canzone che dava il via a una nuova stagione della musica rock. L'album "Bollicine" avrebbe venduto, negli anni, più di un milione di copie. La rivista "Rolling Stone" lo ha inserito nel 2012 al primo posto dei cento dischi italiani migliori di sempre, scelto da "cento giurati eccellenti" tra gli album nati dopo l'invenzione del rock'n'roll. "Bollicine" contiene otto canzoni – la media per i dischi in vinile dell'epoca – e nel 1983 ha mantenuto la sua posizione in classifica per 35 settimane, al sesto posto nella classifica dei 45 giri, quinto album più venduto dell'anno solare.

E poi ci sono le canzoni. "Bollicine": una provocazione legata alla droga, agli abusi, alla dipendenza dalla cocaina che gli avrebbe in seguito procurato più di un guaio giudiziario. "Una canzone per te", scritta per quella stessa oscura ragazzina di Zocca che gli aveva rubato il cuore anni prima con "Albachiara". "Portatemi Dio", un attacco al falso perbenismo italiano che sarebbe sfociato qualche anno più tardi nel più incisivo "C'è chi dice no", manifesto di una generazione. "Vita spericolata", con quel riferimento al "Roxy Bar" di Fred Buscaglione che avrebbe fatto la fortuna di uno sconosciuto bar di Bologna. "Deviazioni": i vizi, le perversioni e le 'deviazioni' che ci ostiniamo a nascondere anche contro l'evidenza. "Giocala", perché le occasioni sono poche e vanno afferrate subito quando si presentano. "Ultimo domicilio conosciuto", ispirato alla battaglia delle radio private, tra cui la sua Punto Radio, contro la chiusura da parte della Escopost. "Mi piaci perché", da qualcuno definita una "vera canzone d'amore punk all'emiliana". E voi, qual è la vostra preferita?

>>> Leggi su melty.it : Harlem Shake: Vasco Rossi balla il tormentone del momento!

Vasco Rossi: "Bollicine", storia di un album che compie 30 anni - photo
Vasco Rossi: "Bollicine", storia di un album che compie 30 anni - photo
Vasco Rossi: "Bollicine", storia di un album che compie 30 anni - photo
Crediti: Archivio web, Gazzetta D'Asti