Valentino Rossi: Perché la sua vittoria è stata una bella pagina per la MotoGP

Valentino Rossi sul podio del GP di Barcellona in ricordo di Salom
Ecrit par

Una vittoria spettacolare quella di Valentino Rossi a Barcellona ma anche una bella pagina di sport per la MotoGP dopo la morte di Salom. Scopri perché.

La morte di Luis Salom e le successive polemiche sulla sicurezza avevano portato un grande sconforto nella MotoGP, già funestata dall'infuocato finale di stagione dello scorso anno. Le due ruote non ci stavano facendo certo una bella figura, funestate da inutili polemiche e beghe da veri e propri ragazzini. Sembrava che il Motomondiale avesse perso l'ennesima occasione per riflettere su se stesso, per fermarsi dopo una tragedia e per dimostrare correttezza. Le dichiarazioni arrabbiate di Rossi e Lorenzo per le modifiche alla pista sono state ampiamente criticate ed in tanti si sono chieste perché, con questo clima, si è comunque deciso di correre. Ma in uno sport bello e genuino come la MotoGP basta poco per fare pace con i tifosi. É bastata l'ennesima grande vittoria di Valentino Rossi, arrivata dopo il ritiro al Mugello e in un modo inatteso, ma anche la distensione del dopo gara, che ha visto lo stesso Rossi e Marquez darsi di nuovo la mano dopo mesi di gelo assoluto, polemiche e rabbia. Una distensione inattesa, confermata dalle successive dichiarazioni e arrivata a suggello di una gara bellissima e di un duello emozionante e finalmente corretto sotto ogni punto di vista.

Valentino Rossi: Perché la sua vittoria è stata una bella pagina per la MotoGP
Valentino Rossi: Perché la sua vittoria è stata una bella pagina per la MotoGP

Marquez sembra essere maturato davvero, oggettivamente colpevole lo scorso anno e primo dei tre contendenti al mondiale a provare a mettere una pietra sopra a tutto e Rossi si è probabilmente accorto di aver esagerato nelle sue esternazioni del dopo qualifiche. Valentino è riuscito a portarsi a casa una grande vittoria con la caparbietà di un ragazzino, sovvertendo il pronostico, mettendo in campo una Yamaha inattesa e concludendo il tutto con un duello incredibile. É stata la vittoria perfetta nella carriera dell'italiano, arrivata in una delle sue piste preferite e nel modo più bello e magnifico possibile. Qualifica bruttina, partenza pessima e recupero incredibile. La risalita di Rossi che, posizione dopo posizione, si è mangiato tutti i rivali è coincisa con la lenta decaduta di Lorenzo, prima in difficoltà e poi costretto alla caduta dall'ennesimo gesto sconsiderato di Andrea Iannone. Valentino si è reso protagonista di sorpassi incredibili – bellissimo il doppio con cui in un solo colpo ha sopravanzato Vinales e lo stesso Iannone – e si è piazzato in prima posizione dopo pochissimi giri. É stato al comando per tutta la gara, dimostrando una costanza di ritmo mai vista. Ciliegina sulla torta il gran finale, con duello acceso con Marquez, scambio di posizioni continuo e sorpasso finale in staccata a due giri dalla fine. Lo spagnolo ha provato a resistere ma la troppo foga lo ha costretto a qualche errore di troppo, dando il via libera al trionfo esagerato di Rossi, velocissimo negli ultimi passaggi.

Valentino Rossi: Perché la sua vittoria è stata una bella pagina per la MotoGP
Valentino Rossi: Perché la sua vittoria è stata una bella pagina per la MotoGP

Le dediche finali e il podio per Luis Salom hanno reso ancora migliore questa giornata, dimostrando che correre non era una scelta del tutto sbagliata. Certo, le polemiche del sabato e gli attriti rimarranno scolpiti come l'ennesima macchia recente nel Motomondiale, ma vedere Rossi tendere la mano al suo rivale dopo le infinite tensioni è stato un gran momento di sport: "Stanotte ho pensato che visto che facciamo una cosa bellissima, ma per cui dobbiamo essere tranquilli e concentrati, quella era la cosa giusta da fare". Queste le parole di un Rossi accortosi dell'atmosfera troppo pesante che aveva offuscato la grave perdita di un giovane ragazzo morto mentre portava avanti il suo sogno. Certo, Rossi e Marquez non torneranno amici oggi e nemmeno domani, ma serviva un po' di calma per mettere a tacere un clima che stava tornando ad essere molto, troppo pesante. Si spera che questa giornata domenicale con il GP di Barcellona sia l'emblema di un ritorno ai vecchi fasti della MotoGP: rivalità accese ma corrette, riconoscimento del valore dell'avversario, duelli belli e non cattivi in pista. Questa gara ha avuto tutti gli elementi al suo posto ed è anche servita a Rossi per riaprire un Mondiale che si stava allontanando. Fino alla fine sarà lotta a tre per la vittoria: se sarà corretta e senza polemiche sino alla fine un po', forse, lo dovremo anche alla figura di Luis Salom.

Manuel Lai

Segui tutte le altre notizie su ValentinoRossi46.org e clicca mi piace sulla pagina Facebook Valentino Rossi 46 fanpage

Crediti: Sky Sport, Archivio web, Valentino Rossi