Valentino Rossi: Lorenzo e la sua vittoria per Max Biaggi

Lorenzo dedica la sua vittoria contro Rossi a Max Biaggi
Ecrit par

Il silenzio dopo la MotoGP 2015 è stato rotto ancora una volta da Jorge Lorenzo che ha parlato della sua vittoria su Valentino Rossi e di una dedica speciale, a Max Biaggi. Scopri di più.

Sembra già passata un'eternità eppure non sembrano placarsi le polemiche che hanno invaso la MotoGP il suo finale di stagione 2015. A celebrare giustamente la sua impresa e la sua vittoria è ancora una volta Jorge Lorenzo, tornato con i media spagnoli sulla vittoria e pronto a polemizzare, pur se in toni leggeri, con il suo rivale e compagno di squadra Valentino Rossi. Il giorno della vittoria a Valencia aveva fatto discutere la foto del campione del mondo con Max Biaggi: i due hanno più volte palesato la loro stima reciproca che, come c'era da immaginarsi, non è andata per nulla giù ai fan di Valentino. La rivalità tra il Dottore e il campione romano ha acceso i cuori e scaldato gli animi dei tifosi italiani ed è normale che questa ritorni molto forte dopo questa cocente sconfitta per il numero 46, ancora di più dopo la recente dedica di Lorenzo: "Biaggi è stato campione del mondo quattro volte, ma mai nella top class. Ha una vita fortunata, ma professionalmente gli è mancata la ciliegina sulla torta – ha raccontato lo spagnolo - Quello che non è riuscito a fare lui, cioè battere il suo massimo rivale, Valentino Rossi, l'ho fatto io. Sin da quando ho iniziato a seguire le corse ho iniziato a seguirlo: per me sarebbe stato un sogno correre con lui, ma lui si ritirò nel 2005, quando io ero ancora in 250. Io però ho potuto competere con il suo massimo rivale e batterlo varie volte".

Valentino Rossi: Lorenzo e la sua vittoria per Max Biaggi

Parole che faranno certamente scalpore e per certi versi arrabbiare ancora di più i tifosi di Rossi, con Lorenzo che non si è detto per nulla contento dell'atteggiamento che certi sostenitori stanno dimostrando nei suoi confronti e in quelli di Marquez: “Se vedessi i miei sostenitori fischiare o insultare un altro pilota, cercherei di fermarli, ma finora non è mai accaduto. Non so cosa hanno deciso di fare altri piloti, ad esempio Rossi è quello che ha più potere per cercare di cambiare il comportamento dei suoi tifosi". Una critica più o meno velata a molti tifosi che, da Sepang in poi, non hanno fatto altro che invadere le bacheche dei rivali di Rossi ricoprendole di insulti. Un comportamento deplorevole che non poteva passare nel silenzio. Per il resto, Lorenzo continua ad essere convinto della sua tesi e orgoglioso della sua vittoria, rigettando ancora una volta ogni accusa di biscotto: "Se Marquez avesse voluto aiutarmi a Phillip Island non mi avrebbe passato all’ultimo giro. Marc ha poi sempre detto a Valencia che il suo unico obiettivo sarebbe stato vincere, non come gli italiani che già dal giovedì hanno detto che avrebbero aiutato Rossi. E poi l’hanno fatto. Alcuni addirittura l’hanno lasciato passare guardandosi indietro”. Ennesima puntata di una polemica senza fine: si tornerà mai alla serenità di un tempo?

Crediti: Archivio web