Valentino Rossi: Bilancio dopo i primi test MotoGP 2015

Valentino Rossi durante i test in Malesia
Ecrit par

Si è da poco conclusa una tre giorni di test importanti per la MotoGP in vista del Mondiale 2015. Con un Marquez e una Honda come sempre imbattibili, da registrare un buon risultato anche per Yamaha e Valentino Rossi. Ecco il suo bilancio.

Tre giorni incessanti di giri veloci, prove sulla lunga distanza e moto completamente nuove. La MotoGP 2015 ha finalmente riaperto i battenti e lo ha fatto in Malesia, sede dei primi test della stagione. É stato un crescendo di velocità e prestazioni per tutti, con i tempi che si sono abbassati giornata dopo giornata e un dato più che incontrovertibile: Marc Marquez e la Honda sono sempre li, imbattibili e quasi irraggiungibili, con il pilota spagnolo che è riuscito a polverizzare il record della pista e a mostrare a tutti di essere ancora lui l'uomo da battere. Subito dietro di lui un grintoso Daniel Pedrosa, con le due Yamaha subito dietro. Buone notizie anche per le Ducati, in netto miglioramento con Iannone subito dietro le due Honda al terzo giorno di prove. Sul lato italiano disastro per la nuova Aprilia di Marco Melandri, relegata in ultima posizione e con un abisso da colmare rispetto a tutti gli avversari. Per Valentino Rossi sono state giornate altalenanti, ma sommando quanto successo durante tutte le sessioni possiamo tranquillamente affermare che il miglioramento netto rispetto allo scorso anno c'è stato, anche se per ora non sembra bastare per colmare il gap con le imbattibili Honda e il solito Marquez. Quel che è certo è che servirà ancora una volta un grande lavoro che però non potrebbe bastare.

Valentino Rossi: Bilancio dopo i primi test MotoGP 2015

Lo stesso Valentino Rossi ha riconosciuto la superiorità di Marquez, ma anche i suoi progressi e i miglioramenti marcati rispetto allo scorso anno. "Al termine dell'ultimo giorno sono più soddisfatto – ha raccontato - È stata una buona giornata e abbiamo fatto un buon lavoro, decidendo cosa dobbiamo utilizzare per continuare lo sviluppo. Sono molto contento perché a Sepang non sono mai stato così veloce: il tempo di 1'59"4 è il mio miglior giro in Malesia in tutta la mia carriera e sono già di 3 decimi più veloce dello scorso anno. Le condizioni erano buone, ma abbiamo migliorato molto il set up rispetto al giorno prima e il passo non è così male”. Ad andare un po' meno bene è stata invece la simulazione di gara: “Abbiamo anche provato una simulazione di gara, ma senza prestazioni al 100%. Nel complesso ci sono cose buone e altre che non mi piace. Il mio passo nella simulazione era abbastanza buono, quindi il test è stato positivo, peccato solo la Honda: speravo di essere più vicino a loro, invece sono a mezzo secondo”. A rovinare la giornata di Rossi, Lorenzo è della Yamaha è stato proprio Marquez: “L'unica cosa negativa è stata la velocità di Marc Marquez e Dani Pedrosa: sono un po' più veloci di noi, sia sul giro singolo con la gomma nuova, sia sul ritmo. Questo significa che, se vogliamo batterli, dobbiamo continuare a lavorare". Ci sarà davvero tanto da fare per il futuro, ma un esito ancora una volta scontato per la prossima stagione sembra sempre più concreto.

Crediti: Archivio web