Valentina Vignali in redazione: "Sogno il basket in tv"

Valentina Vignali nella redazione di melty.it - Top "Kontatto"
Ecrit par

Valentina Vignali ha illuminato un pomeriggio milanese di fine ottobre con la sua visita alla redazione di melty.it e meltybuzz.it. In attesa delle interviste, ecco un antipasto in cui la modella e cestista ci parla di basket e tv.

Valentina Vignali ha illuminato un uggioso pomeriggio milanese di fine ottobre con la sua visita alla redazione di melty.it e meltybuzz.it. Valentina Vignali, fotografata da Nima Benati sul numero di ottobre di Playboy, ci ha concesso un servizio fotografico e le sue opinioni sul mondo dei social network, dello spettacolo e della moda, raccolte in interviste che pubblicheremo nei prossimi giorni. Iniziamo con un gustoso antipasto, in cui Valentina Vignali ci ha parlato di basket e televisione. Sul podio tra le più belle giocatrici del mondo, per la modella e cestista “c’è troppo poco basket in tv. In Italia non abbiamo l’educazione a seguire il basket. E’ normale che il pubblico segua solo il calcio, ci vorrebbe più informazione in tv: non si parla di basket al Tg, né sui canali generalisti”. Secondo Valentina Vignali “ci vorrebbe una strategia di marketing. Prima di mettere il basket a pagamento, bisognerebbe imparare ad apprezzarlo”.

Valentina Vignali parla con cognizione di causa, avendo condotto nel 2012-2013 ‘Sotto canestro’, programma di La7 dedicato alla Serie A di basket: “Il programma era simpatico, ma andava in onda tra venerdì e sabato, all’1 di notte. Nonostante lo share fosse buono, sarebbe stato meglio mandarlo in onda, per esempio, alle 5 di sabato pomeriggio”. Per la modella e cestista, però, “questi spazi in Italia si riservano solo al calcio”. Un’esperienza comunque positiva per Valentina Vignali, oltre che per conoscere Ugo Francica Nava, “diventato una sorta di zio”, per cominciare a familiarizzare con la telecamere. La bellissima riminese ha le idee chiare su come gestire gli impegni della moda e quelli del basket: “Nel limite del possibile, li incastro. Salto qualche allenamento, spesso preparo il borsone con dentro le scarpe col tacco”.

“In Serie C, dove ora gioco - racconta la Vignali - i ritmi sono diversi rispetto alla B, dove ho giocato. Non ho quindi mai scelto tra moda e basket, al limite ho investito più o meno, in uno o nell’altro. Ora sto investendo maggiormente nell'attività dove il ritorno, economico e d’immagine, è maggiore, ma non ho mai smesso di giocare a basket”. Quando le chiediamo se il fascino e la notorietà le hanno creato qualche problema, la bellissima ventiduenne non ha dubbi: “L’anno passato sì, forse perché inizialmente sono un po’ timida. Quest’anno la situazione è più tranquilla, ma in generale ho avuto più problemi con le mie compagne di squadra che con le avversarie”.Le sue passioni cestistiche? Kobe Bryant e i Los Angeles Lakers, Gigi Datome e la Fortitudo Bologna. E “Debora Carangelo, la cestista più forte che abbia mai visto giocare”. Che attualmente gioca con la Royal Venezia Mestre, in Serie A1. Grazie Valentina!

Nicola Negri

Crediti: Antonella Andriuolo, Alfredo Alberico