US Open 2013: Pennetta-Vinci e Nadal-Robredo, derby per la semifinale

Pennetta-Vinci: è derby
Ecrit par

Giornata di gloria per il tennis azzurro agli Us Open: il programma dei quarti di finale si apre con la sfida Pennetta-Vinci, ennesimo derby italiano a NY 2013. In campo Nadal impegnato contro il giustiziere di Federer Tommy Robredo.

Una sola certezza: ci sarà almeno un’italiana tra le migliori quattro giocatrici agli Us Open. Flavia Pennetta, che ha liquidato la rumena Halep, e la Roberta Vinci castigatrice della scalpitante Giorgi, a partire dalle 18, si contenderanno un posto in semifinale a Flushing Meadows nel terzo incontro di quarti in programma nel tabellone femminile. I primi due si sono già disputati nella giornata di ieri: il rullo compressore Serena Williams ha letteralmente annichilito la spagnola Suarez-Navarro, obbligandola ad un’umiliante “bicicletta” (6-0 6-0). La numero uno americana avrà ora un match non scontato con la solida cinese Na Li, che ha impiegato tre set per battere la russa Makarova 6-4 6-7 6-2. E’ scesa in campo ieri anche Viktoria Azarenka, che approda “con ritardo” ai quarti di finale dopo l’interruzione di lunedì scorso per la pioggia incessante. La n.2 bielorussa è costretta agli straordinari contro l’ex regina Wta Ana Ivanovic: 4-6 6-4 6-3. Proprio Vika potrebbe incrociare la sua racchetta con una tra Pennetta e Vinci in semi, la slovacca Daniela Hantuchova permettendo.

Serena stende la Suarez-Navarro

Mercoledì 4 settembre prenderanno il via anche i quarti di finale del tabellone uomini. Si parte non prima delle 19,30 con l’interessante confronti di stili tra il motorino David Ferrer (in ripresa dopo un’estate sottotono) e il rovescio d’oro di Richard Gasquet. Entrambi sono usciti vincitori da due match-maratone: il valenciano ha battuto il serbo Janko Tipsarevic in 4 set ricorrendo due volte al tie-break, mentre il talento di Béziers ha sudato per 5 partite con il canadese rampante (finalista a Montréal con Nadal) Milos Raonic: 6-7 7-6 2-6 7-6 7-5. Gli esteti del tennis tiferanno certamente per il 27enne transalpino, ma ci sono dubbi sulle sue condizioni dopo lo sforzo di lunedì. A notte fonda (2.30 italiane) sarà poi la volta del campione 2010 Rafa Nadal, atteso dal derby contro Tommy Robredo, che aveva spento le speranze di vittoria (o illusioni? ) di Roger Federer in ottavi. Solitamente, il maiorchino non si mostra così compassionevole nei confronti dei suoi connazionali (almeno sul campo): difficile non prevedere una "stesa" per il povero Tommy.

Robredo umilia l'ex Re
Crediti: oktennis, tuttogratis, Archivi web, livetennisguide, newship.com, fr.tennistemple.com