Una Grande Famiglia 3: Chi è Simone Coppo, l'affascinante Jamal (foto)

L'attore Simone Coppo
Ecrit par

Il giovane Simone Coppo è Jamal in Una grande famiglia 3. L’attore ha conquistato col suo sguardo magnetico il pubblico di Rai 1, ma più che ad affascinare con l’aspetto fisico punta a convincere attraverso la sua recitazione.

A 23 anni Simone Coppo ha già conquistato il pubblico di Rai 1 con la sua magistrale interpretazione di Jamal in Una grande famiglia 3. L’attore ha esordito sul piccolo schermo dopo un percorso di formazione serio e professionale: si è diplomato dopo tre anni di studio alla scuola Paolo Grassi di Milano, poi ha recitato in due film e infine ha accettato la parte di Jamal per la fiction di Rai 1. L’impegno profuso per la carriera artistica dimostra la maturità e il senso di responsabilità di Simone Coppo, che – come ha rivelato in un’intervista a Vanity Fair – ha scelto di interpretare la parte del giovane marocchino anche in virtù del suo significato politico ed etico. La storia di Jamal è emblematica. Il ragazzo musulmano di Una grande famiglia 3 (leggi su melty il riassunto del sesto episodio) viene accolto al maneggio di Raoul (Giorgio Marchesi) per un percorso di riabilitazione dopo un furto risalente a tre anni prima. In un primo momento Jamal sembra un ragazzo difficile, diffidente e arrabbiato col mondo. Ma grazie alla seconda possibilità offertagli da Raoul e soprattutto grazie all’amore di Valentina, il giovane cambia gradualmente atteggiamento e comprende l’importanza del percorso riabilitativo che sta affrontando.

Jamal incontra per la prima volta Valentina nella sua villa, in occasione del matrimonio di Laura (Sonia Bergamasco) e Leonardo (Cesare Bocci). Fra i due è colpo di fulmine, ma la ragazza non vuole ammetterlo, anche perché è ancora legata a Pierluigi. Non potendo opporre resistenza ai suoi sentimenti per il marocchino, Valentina lascia il fidanzato e decide di vivere la storia con Jamal. Ma i due sono prudenti, non escono allo scoperto perché temono la reazione dei rispettivi genitori. Proprio quando Jamal e Valentina dichiarano il loro amore a Raoul e Chiara, il giovane viene arrestato con l’accusa di aver ucciso Ernesto Rengoni: è un capro espiatorio, perché essendo pregiudicato ed essendo risultato falso il suo alibi, la polizia lo ritiene responsabile del furto a villa Rengoni e della morte del capofamiglia. Non sappiamo ancora come reagirà Jamal a questa situazione difficile, ma è certo che Raoul e Valentina lo sosterranno.

Per interpretare efficacemente il ruolo di Jamal, Simone Coppo ha studiato molto la cultura araba e ha approfondito la tematica delle discriminazioni razziali. A Vanity Fair ha rivelato di aver persino letto il Corano e di aver studiato un po’ di arabo. L’attore ha dimostrato di prendere con grande serietà il suo lavoro. Che intanto abbia conquistato con i suoi occhi magnetici molte fan e che sia stato da loro assurto a nuovo sex symbol della tv, per lui è relativo (anche se ringrazia madre natura): ciò che conta adesso è studiare a fondo la sua performance per migliorare la recitazione. Insomma, per il momento Simone Coppo sembra concentrato principalmente sulla sua carriera, che sta ormai decollando. C'è da scommettere che presto rivedremo il suo sguardo profondo in tv o al cinema.

Crediti: Youtube, Archivio web, Rai 1