U2, Simple Minds, The Specials: Tutte le canzoni per Nelson Mandela

Bono e Nelson Mandela
Ecrit par

Nel corso della sua vita, Nelson Mandela ha ricevuto molti omaggi musicali di artisti che hanno voluto celebrarlo come simbolo di libertà e uguaglianza: U2, Simple Minds e The Specials in testa. Scopri di più su melty.it.

La morte del leader sudafricano ha suscitato vasto cordoglio in tutto il mondo: decine gli artisti che hanno voluto rendere omaggio a Nelson Mandela, tra cui Beyonce, Rihanna e Lady Gaga. Ma l’incredibile vita vissuta da Mandela ha spinto molti artisti a scrivere canzoni dedicate a colui che ha sacrificato l’esistenza nella lotta contro apartheid e discriminazioni, vivendo in carcere per quasi trent’anni. Iniziamo con la più recente ovvero “Ordinary Love” degli U2, scelto come colonna sonora del film su Mandela, che dovrebbe uscire in Italia nel 2014. Indietro nel tempo è impossibile dimenticare “Free Nelson Mandela” dei The Specials, band ska britannica: il brano fu scritto e pubblicato nel 1984, quando Madiba era ancora imprigionato in carcere. Il brano, diretto e conciso, con poche parole riuscì a diffondere nel Regno Unito il messaggio per la libertà di Nelson Mandela.

"Gimme Hope Jo'anna" - Eddie Grant

Nel 1984 il brano dei Queen “I want to break free” diventò l’inno dell’African National Congress, il partito sudafricano di Nelson Mandela. E’ del 1988 il Mandela day - Nelson Mandela 70th Birthday Tribute, evento culturale che si svolse a Londra l’11 giugno allo Stadio di Wembley. Per quell’occasione la band scozzese Simple Minds scrisse il brano “Mandela Day”, contenuto nell’album “Street Fighting Years”. Nel 1989 Tracy Chapman pubblicò “Freedom Now”, brano contenuto nel suo secondo album: nel testo si può leggere "They throwed him in jail/And they kept him there /Hoping his memory'd die /That the people forget how he once led /And fought for justice in their lives”.

"Mandela Day" - Simple Minds

Sempre alla fine degli anni ’80 il brano reggae “Gimme Hope Jo’anna” di Eddie Grant diventò un successo e tormentone internazionale: il testo è un esplicito attacco al governo del Partito Nazionale Sudafricano e alla politica di segregazione. Negli anni recenti dal titolo d’effetto fu sicuramente “46664” scritta da Bono, Joe Strummer e Dave Stewart ed eseguita da Bono, The Edge, David A. Stewart, Abdel Wright e Youssou N'Dour nel 2003 durante il "46664 Concert for Nelson Mandela" a Cape Town. Il numero a cui si fa riferimento è codice di prigionia di Mandela durante gli anni di incarcerazione: “It's a long walk, long walk to freedom ” è il ritornello del brano.

"46664" - Concert for Nelson Mandela
Crediti: Archivio web