True Detective: Pino Insegno show alla presentazione del cofanetto home video

Pino Insegno e Rodolfo Bianchi presentano la prima stagione di True Detective
Ecrit par

La Warner Bros ha organizzato un incontro con il doppiatore Pino Insegno e il direttore del doppiaggio Rodolfo Bianchi per presentare alla stampa il cofanetto home video di True Detective.

La seconda stagione di True Detective si è conclusa tra (più) ombre e (meno) luci, ma negli occhi dei fan c’è ancora quello spettacolo incredibile, meraviglioso e unico che era stata la prima annata. La Warner Bros, con un ritardo biblico di cui però non ha colpe, ha presentato alla stampa il cofanetto della prima stagione in edizione Dvd e Blu Ray ripieno di interessantissimi contenuti esclusivi. Il primo che ci viene mostrato è una clip de backstage con l’autore Nic Pizzolatto, il regista Cary Fukunaga (leggi le sue parole al Festival di Venezia) e gli attori tra cui i due protagonisti indiscussi della saga: Matthew McConaugheye Woody Harrelson hanno spiegato cosa ha significato per loro prendere parte a un prodotto televisivo come non se ne vedevano dai tempo del primo Twin Peaks. Il vero show è iniziato però alla fine della proiezione, con un Pino Insegno mattatore indiscusso tra gag e frecciatine velenose al doppiaggio di oggi sempre più affidato a personaggi televisivi piuttosto che a veri professionisti del settore. Guarda un estratto video dell’incontro e leggi le dichiarazioni dei protagonisti su melty!

Rodolfo Bianchi è uno dei più importanti direttori del doppiaggio della storia italiana ed è solito lavorare con leggende del calibro di Martin Scorsese: "Ero entusiasta ed emozionato, sono stato chiamato da Sky proprio perché faccio cinema di un certo tipo. Mi sono imposto come nei film di Scorsese e dico sempre che non si può doppiare. L’originale è sempre meglio, noi possiamo al massimo avvicinarci. Creiamo e rispettiamo le atmosfere e riproduciamo le emozioni anche se non saranno mai come quelle vissute dagli attori sul set. Penso sempre di non essere all'altezza come quando ho fatto “The Departed”, “Shutter Island” e “The Wolf of Wall Street””. Ecco poi i complimenti al geniale autore della serie di marca HBO: “Questo backstage è illuminante, dopo quarant’anni di questo lavoro dico che in America hanno avuto il coraggio di investire in Nic Pizzolato, che scrive cose meravigliose. Abbiamo anche noi giovani come lui e andrebbero aiutati. Possiamo fare dei film belli di livello internazionale. Quando è arrivato True Detective ero davvero emozionato anche se abbiamo dovuto lavorare in tempo stretti e in grande difficoltà”.

Pino Insegno è stato il doppiatore di Woody Harrelson per la versione italiana di True Detective: "Fare questo personaggio della mia età forse era più facile, ma non sarà mai uguale l’originale al mio doppiaggio. Io non capivo un cazzo di cosa dicessero. Ero perfetto perché non capivo Matthew e potevo riproporre bene le espressioni di Woody. Abbiamo finito il 16 agosto e abbiamo avuto solo il 15 di riposo perché ero diventato padre da un mese. Mi sono sin da subito innamorato del doppiaggio perché è un ambiente meraviglioso. In True Detective tutto è stato difficile perché il livello è altissimo, in particolare le scene in macchina”.

Clicca mi piace alle pagine Serializzati, Seriamente TV, True Detective ITA e True Detective Italia e segui il dossier su melty per restare sempre aggiornato!

Crediti: Thomas Cardinali, melty.it