Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa

Bergoglio prega per i migranti
Ecrit par

Mentre si contano i morti per la tragedia dei migranti a Lampedusa, monta la polemica sulle politiche migratorie dell’Italia e la modifica della Legge Bossi-Fini. Nel mirino anche l’assenza di una vera politica frontaliera europea.

La tragedia di Lampedusa continua a tenere banco sulle cronache italiane ed internazionali. Il barcone naufragato nei pressi dell’Isola dei Conigli (con più di 300 migranti a bordo) ha consegnato alla storia d’Italia il più grave dramma del mare, almeno per il numero di vittime: 111, stando alle ultime ricerche dei corpi finiti sotto la nave. Venerdì 4 ottobre è dunque giornata di lutto sia per Lampedusa che per l’Italia tutta, nel giorno della visita di Papa Francesco ad Assisi, in occasione della festa di San Francesco Patrono d’Italia. Il Pontefice, il cui grido “Vergogna! ” aveva risuonato pesantemente a tragedia avvenuta, è tornato a pregare per le vittime del naufragio: “Al mondo non importa che tanta gente debba fuggire dalla schiavitù e dalla fame. E con quanto dolore tante volte vediamo che trovano la morte, come è successo ieri a Lampedusa”, ha affermato Bergoglio, per il quale oggi non può che essere “Il giorno del pianto”.

Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa

Altri articoli su Tragedia LampedusaPapa Francesco a Lampedusa: Il video con gli immigratiTragedia Lampedusa: La foto shock virale su InternetTragedia Lampedusa: Il video delle lacrime della soccorritriceTragedia Lampedusa: L'epic fail di Vittorio Zucconi su Beppe Grillo

La preghiera di Francesco per “Il premier Letta e l’Italia”, però, non basta a riappacificare gli animi nella dialettica tra i partiti. I morti di Lampedusa hanno riacceso il dibattito sulla politica dell’immigrazione del nostro Paese, da anni motivo di scontro tra centrodestra e centrosinistra. Il nodo principale è rappresentato dagli effetti della Legge Bossi-Fini approvata dal Governo Berlusconi nel 2002. Il vicepremier Angelino Alfano, che si era precipitato sull’isola dopo la tragedia, ha poi riferito alla Camera dei Deputati non rinunciando a bacchettare la politica migratoria dell’Unione Europea: “Nella storia non c'è mai stato uno Stato, una unione di Stati, che non abbia assunto la responsabilità di proteggere la propria frontiera. Uno Stato che non protegge la frontiera non è uno stato: l'Europa deve decidere se essere o non essere. Con il semestre italiano, porremo con grande attenzione il tema strategico di un'Italia come plancia del Mediterraneo". Poi, la proposta del Nobel per la Pace all'isola di Lampedusa e l’invito a “Spegnere le polemiche mentre si raccolgono i morti”.

Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa
Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa

Un invito indirizzato a chi, nel centrosinistra, ha sempre stigmatizzato la portata della legge. Il segretario del Pd Guglielmo Epifani è laconico: “E’ una legge fondata sulla paura e va superata”, attacca l’ex sindacalista. Se Maurizio Lupi (Pdl) apre a modifiche (“Io la Bossi-Fini l’ho votata, ma se possiamo fare qualcosa per migliorarla lo faremo”), i più strenui difensori del provvedimento sono gli esponenti della Lega Nord. Il vice capogruppo a Montecitorio Gianluca Pini ha infatti puntato il dito contro il “buonismo” del Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge, "responsabile morale" del dramma. D’altro canto, la stessa Kyenge, così come il Presidente della Camera Laura Boldrini, sono state invece elogiate dalle Nazioni Unite per il loro lavoro di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla questione dei migranti. In attesa dell’arrivo del Presidente della Commissione europea José Manuel Barroso a Lampedusa, l’Europa è l’altra osservata speciale all’indomani della strage delle acque. Alfano ha invocato la modifica del sistema Frontex, l’Agenzia europea per il monitoraggio delle frontiere esterne dell'UE: la pressione sulle coste italiane, luogo di prima accoglienza per i migranti africani, sta diventando sempre di più un caso da far west normativo e umanitario. Cosa può fare l'Unione Europea per aiutare l'Italia sul tema dei migranti?

Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa - photo
Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa - photo
Tragedia Lampedusa: Papa Francesco, Kyenge, la Bossi-Fini e l'Europa - photo
Crediti: afp, Archivio web, Ansa, youtube.com