Tour de France 2015: Percorso, tappe di montagna e favoriti

Vincenzo Nibali
Ecrit par

Dal 4 al 26 luglio si svolge il Tour de France 2015. Il percorso è lungo 3.444 km con il ritorno dopo due anni dell'Alpe d'Huez, la montagna di Marco Pantani. I favoriti della corsa, tra cui il campione in carica Vincenzo Nibali.

Il Tour de France 2015 promette di essere avvincente quanto lo è stato il Giro d'Italia. La 102esima edizione della Grande Boucle inizia il 4 luglio e termina il 26 luglio sui Campi Elisi dopo 3.344 chilometri percorsi. La corsa promette perché gli organizzatori hanno voluto limare il potere dei cronomen e dedicare spazio al pavé e alle tappe di montagna. Delle ventuno tappe otto sono di pianura, sei di montagna, due le prove a cronometro e cinque le tappe di media montagna. Gli arrivi in salita sono cinque. Gli organizzatori e in particolare il direttore del Tour Christian Proudhomme ha voluto impostare la corsa in due grandi tronconi. Il primo è formato dalle prime 9 tappe ed è pieno di insidie. Si comincia con la breve cronometro individuale da 14 km di Utrecht, in Olanda. C'è poi la 3a tappa, da Anversa a Mur de Huy, spettacolare per la presenza di pavé nel tragitto finale, consueto arrivo della Freccia Vallone. La prima settimana finisce con la cronometro a squadre di Plumelec di soli 28 chilometri. Da martedì 14 luglio, giorno della 10a tappa, comincia un'altra corsa per via delle salite. Si parte come di consueto con i Pirenei. Il terreno ideale per gli scalatori non di prima fascia. Giovedì nella 11a tappa i corridori devono affrontare il Col du Tourmalet, prima vera grande salita di questa edizione con i suoi 2.115 metri.

Tour de France 2015: Percorso, tappe di montagna e favoriti

Nella tappa successiva ci sono ben quattro montagne, l'ultima è a Plateau de Beille, arrivo in salita già noto agli appassionati italiani per la vittoria di Marco Pantani. Dopo una serie di tappe, dal 20 luglio, ovvero dalla tappa numero 16, la strada comincia a salire e ricominciano gli arrivi in salita con un avvicinamento alle Alpi. La Grande Boucle ha il suo clou nelle ultime due tappe. Nella 19a frazione c'è il Col de la Croix de Fer (2.067 metri) e La Toussuire; nella 20a e penultima tappa c'era in programma il Galibier (2.645 metri e Cima Coppi del Tour) ma gli organizzatori a causa di una frana hanno dovuto sostituirlo con il Col de la Croix de Fer (altro versante) prima di affrontare l'ascesa finale dell'Alpe d'Huez. Quest'ultima ritorna dopo due anni di assenza dai tracciati. Per quanto riguarda i favoriti, sicuramente non possiamo che mettere al primo posto Vincenzo Nibali, il vincitore del Tour de France 2014. Dopo la tempesta doping che ha colpito la sua squadra e il rischio di saltare il Tour de France 2015 causa squalifica dell'Uci, il siciliano rimane il favorito alla vittoria finale. Nibali ha svolto una preparazione ad hoc e ha saltato il Giro per concentrare le sue energie sulla Grande Boucle. Il percorso è ideale alle sue caratteristiche, sebbene la prima settimana sia la più rischiosa per via del pavé e del vento che soffia nei Paesi Bassi. Il principale avversario alla vittoria finale è Alberto Contador.

Tour de France 2015: Percorso, tappe di montagna e favoriti

Il Pistolero ha trionfato al Giro d'Italia 2015 e ha annunciato di voler provare a fare una tripletta, ovvero Giro, Tour e Vuelta. In bocca al lupo Contador. Altri due corridori di alta classifica sono Chris Froome e Nairo Quintana. Il kenyota bianco ha vinto la Vuelta in Andalucia e ha trionfato sulle salite del Giro del Delfinato mettendo ko Nibali. Riuscirà a confermarsi ai livelli a cui abbiamo assistito in montagna due anni fa, anno in cui vinse il Tour? Certamente la voglia di rifarsi dopo il ritiro dello scorso anno dopo sole cinque tappe non mancherà. Per quanto riguarda il colombiano nel 2014 ha vinto il Giro d'Italia e nel 2015 ha iniziato aggiudicandosi la Tirreno-Adriatico ma in salita non ha convinto del tutto. La buona notizia per lui è l'assenza di una cronometro lunga. I francesi sperano che l'exploit dello scorso anno di Tibaut Pinot (3° sui Campi Elisi) non sia un episodio. I 25 anni di Pinot, il grande favore del pubblico transalpino e l'esperienza maturata possono essere un volano per la vittoria finale. Da verificare la sua condizione. Romain Bardet e Pierre Rolland, rispettivamente sesto e undicesimo della scorsa edizione, non sembrano avere la forza per poter vincere una grande corsa a tappe come quella francese. Infine non ci sarà al Tour de France Fabio Aru. Il sardo ha deciso di saltarlo per poi presentarsi alla Vuelta di Spagna.

Le 21 tappe in programma
  • Tappa 1 Sabato 4 luglio Utrecht-Utrecht crono individuale km 14
  • Tappa 2 Domenica 5 luglio Utrecht-Zelanda km 166
  • Tappa 3 Lunedì 6 luglio Anversa-Huy km 154
  • Tappa 4 Martedì 7 luglio Seraing-Cambrai km 221
  • Tappa 5 Mercoledì 8 luglio Arras-Amiens Metropole km 189
  • Tappa 6 Giovedì 9 luglio Abbeville-Le Havre km 191
  • Tappa 7 Venerdì 10 luglio Livarot-Fougéres km 190
  • Tappa 8 Sabato 11 luglio Rennes-Mur de Bretagne km 179
  • Tappa 9 Domenica 12 luglio Vannes-Plumelec cronosquadre km 28
  • Lunedì 13 luglio riposo Pau
  • Tappa 10 Martedì 14 luglio Tabres-LaPierre Saint Martin km 167
  • Tappa 11 Mercoledì 15 luglio Pau-Cauterets Vallée de Saint Savin km 188
  • Tappa 12 Giovedì 16 luglio Lannemezan-Plateau de Beille km 195
  • Tappa 13 Venerdì 17 luglio Muret-Rodez km 200
  • Tappa 14 Sabato 18 luglio Rodez-Mende km 178
  • Tappa 15 Domenica 19 luglio Mende-Valence km 182
  • Tappa 16 Lunedì 20 luglio Bourg de Péage-Gap km 201
  • Martedì 21 luglio riposo Gap
  • Tappa 17 Mercoledì 22 luglio Digne les Bains-Pra Loup km 161
  • Tappa 18 Giovedì 23 luglio Gap-Saint Jean de Maurienne km 185
  • Tappa 19 Venerdì 24 luglio Saint Jean de Maurienne-Le Toussuier - Les Sybelles km 138
  • Tappa 20 Sabato 25 luglio Modane Valfrejus-Alpe d'Huez km 110
  • Tappa 21 domenica 26 luglio Sèvres Grand Paris Seine Ouest-Parigi Campi Elisi km 107 Totale km 3.344
Crediti: melty.it, web