Tour de France 2014: Alberto Contador si ritira nella 10a tappa

Il momento del ritiro di Contador
Ecrit par

Alberto Contador si è ritirato dal Tour de France 2014. Lo spagnolo della Tinkoff-Saxo a seguito di una caduta ha dovuto abbandonare la Grande Boucle. Un altro eccellente addio dopo quello di Chris Froome.

Alberto Contador ha lasciato il Tour de France 2014. Lo spagnolo della Tinkoff-Saxo ha dovuto alzare bandiera bianca nella 10a tappa del Tour a seguito di una caduta sulla discesa del Col du Platzerwasel, quando all'arrivo mancavano poco meno di 100 km al traguardo. Contador si è procurato una profonda ferita al ginocchio destro, con una vistosa perdita di sangue. Il medico della squadra lo ha medicato ma il corridore è apparso subito in difficoltà. Una pedalata pesante e il dolore acuto dopo 20 chilometri lo hanno convinto a lasciare la corsa tra le lacrime, quando aveva accumulato oltre 8 minuti di ritardo, compromettendo la sua corsa alla maglia gialla. Un addio commosso quello dello scalatore spagnolo, che ha cercato fino all'ultimo di stringere i denti per arrivare al traguardo e poter riposare nella tappa di domani. Ma non c'è stato nulla da fare: prima di scendere dalla bicicletta a Contador si è avvicinato a Michael Rogers (guarda la vittoria di Rogers all'11a tappa del Giro d'Italia 2014), suo grande uomo di fiducia e dopo qualche pacca sulla spalla si è accostato al ciglio della strada tra la nebbia della montagna ed è salito sull'ammiraglia. Tanta l'amarezza per gli appassionati di ciclismo, per tutta la carovana e al di là della rivalità, soprattutto per Vincenzo Nibali, sfidante principale di Contador, che proprio nella tappa di ieri (9a tappa del Tour de France 2014) aveva dimostrato di avere una grande condizione fisica e di potersi giocarsi la vittoria a Parigi. Il Tour ora è monco e rischia di dover essere ricordato più per i ritiri di Chris Froome e Alberto Contador e non per i protagonisti ancora in corsa. Il principale avversario di Vincenzo Nibali al momento rimane il polacco Michal Kwiatkowski della Omega-Pharma.

Crediti: web