Gigi D'Alessio, Povia, Adinolfi: Top NazionalPop trash di giugno

I protagonisti del top trash del mese
Ecrit par

Il top nazional-popolare (trash) del mese presenta tre personaggi alla ribalta mediatica negli ultimi giorni: Gigi D'Alessio, Povia e l'arringatore del Family Day Mario Adinolfi.

Top NazionalPop è la rassegna che riassume tutto il trash che si palesa durante il mese nel ricco mondo dello showbusiness all'italiana. Anche in questo Giugno 2015 si sono susseguiti innumerevoli avvenimenti che vale la pena di ricordare. Andiamo a vedere dunque quali sono stati i momenti più seguiti nell'ambiente nazionalpopolare italiano. Stabilire una Top 3 comporta l'esclusione di notizie che avrebbero meritato sicuramente un certo riguardo. Sapere ad esempio che in questo mese il web avrebbe spedito volentieri Salvini nello spazio al posto di Samatha Cristofaretti, è importante: vogliamo dunque ribadirlo. Mentre Gianni Morandi sperimenta le cover punk dei suoi brani e Nek dirige Il Resto del Carlino, noi abbiamo scelto, viste le novità provenienti da oltreoceano (e ancora prima dall'Irlanda) di incentrare la Top NazionalPop sul tema dei diritti civili, concentrando l'attenzione sul trinomio Nozze-Sessualità-Chiesa. Senza dimenticare che un prete ha sgridatoBarbara D'Urso per la scollatura mostrata in chiesa, confrontiamoci con il podio...

3° Posto: Gigi D'Alessio non vuole sposarsi. Ma chiariamo: sta benissimo con la sua Anna Tatangelo, come sempre. Solo non è in programma il matrimonio, che secondo quanto il cantautore ha detto con una battuta in un'intervista per Panorama, serve solo per andare a La Vita in Diretta. Rimarranno una felicissima coppia di fatto. Secondo bronzo di fila per Gigi, icona NazionalPop!

2° Posto: Povia contro Andrea Scanzi. Interpellato a Otto e Mezzo in materia di unioni omosessuali, pochissimi giorni fa Andrea Scanzi ha ricordato la canzone di Povia Luca era gay, in cui si accenna alla possibilità di "redimere" l'omosessuale verso un orientamento conformato alla tradizione. Un'interpretazione forzata, secondo l'autore della canzone, che in un video di risposta smentisce: "non ho mai detto che i gay sono malati da curare"

1° Posto: Mario Adinolfi contro Elton John. Altro faccia a faccia storico. Il Family Day ha riunito in Piazza San Giovanni, a Roma, un consistente numero di persone contrarie ai matrimoni omosessuali, in difesa della famiglia "naturale". Mario Adinolfi è uno degli intellettuali di riferimento della politica di chiusura dei diritti civili, e in questa occasione così ghiotta ha dato il meglio di sé, tuonando contro l'immoralità di Elton John e la sua famiglia omogenitoriale.

Crediti: web , Povia, Andrea Scanzi, Mario Adinolfi, web