The Young Pope: Successo internazionale annunciato?

Sorrentino sul set di The Young Pope
Ecrit par

The Young Pope è una delle serie più attese del 2016 grazie alla regia di Paolo Sorrentino e alla sua caratura internazionale. Sarò un grande successo? Secondo Variety si.

Un successo annunciato per Paolo Sorrentino? Secondo il magazine americano Variery The Young Pope ha tutte le carte in regola per diventare uno dei prodotti più attesi della prossima stagione televisiva. La rivista ha proposto ai suoi lettori un articolo ricco di complimenti per la serie prodotta da Sky con tanto di intervista ad Andrea Scrosati, vice presidente di Sky Cinema, che è riuscito a dare uno sguardo attendo sulla serie con Jude Law e sul futuro del mondo seriale in Italia. The Young Pope ha infatti la possibilità di diventare una delle serie iconiche di un possibile nuovo corso della produzione di serie tv nel nostro Paese. "Il panorama televisivo italiano - ha scritto Variety - sta attraversando diversi cambiamenti in quest’ultimo periodo. The Young Pope è un prodotto televisivo italiano di un livello e di una portata mai visti finora. Colpisce non soltanto la portata, ma anche la sua potenziale originalità. A quanto pare l’Italia sta diventando un terreno molto fertile in termini di produzioni televisive". L'apporto di Sorrentino al mondo televisivo sarà di altissimo livello, con il regista partenopeo che porterà la sua originalità in televisione, dando alla luce una serie tv potenzialmente molto originale, di quelle che non si sono mai viste nel nostro Paese. Non è un caso che questa serie sia arrivata direttamente su Sky, rete che da tempo sta proponendo prodotti originali, con Gomorra – La Serie in testa alle preferenze del pubblico.

The Young Pope: Successo internazionale annunciato?

A raccontare la portata del fenomeno The Young Pope è stato lo stesso Scrosati, che ha parlato di una serie che raggiungerà ben 50 paesi in tutto il mondo, replicando parzialmente il grande successo di Gomorra, serie venduta in oltre 120 paesi. Sarà probabilmente il secondo grande passo della serialità italiana verso un successo internazionale che la potrà finalmente vedere paragonata a prodotti di alto livello come quelli americani. Gomorra e la serie tv di Paolo Sorrentino saranno però solo la base di un iceberg che crescerà sempre di più, tra conferme importanti e serie del tutto nuove. “La grande differenza con quanto accadeva prima – ha spiegato Sky - è che se ci immaginiamo l’Italia di dieci o quindici anni fa, c’erano sicuramente grandi talenti,che, però, erano costretti a collaborare con grandi case di produzione statunitensi perché in Italia non esisteva la capacità produttiva adeguata. Una cosa interessante di 'The Young Pope' è che nessuno dei nostri partner internazionali, che pure vi hanno investito cifre ingenti, ha sentito la necessità di coinvolgere un’azienda americana o inglese per collaborare con la produzione Italiana considerato il grande budget investito. Non è venuto in mente a nessuno. Dieci anni fa sarebbe bastato questo a non farci condurre in porto la produzione”. Insomma, quello che rappresenterà The Young Pope per le serie italiane andrà ben oltre il semplice valore qualitativo di questo prodotto. Speriamo che Sorrentino non ci deluda nemmeno questa volta.

Fonte: Variety - Crediti: Agostino Fabio, Getty Images, Youth - La Giovinezza