The Witcher 3: Sesso, violenza e sangue su PS4, Xbox One e PC

The Witcher 3 sarà vietato ai minori
Ecrit par

The Witcher 3 Wild Hunt, in uscita il 19 maggio su PC e console di nuova generazione, non sarà un titolo adatto a tutti. L'ente di classificazione ha infatti vietato il titolo ad un pubblico di minori per i suoi contenuti particolarmente espliciti.

Non c'è alcun dubbio, The Witcher 3 sarà un titolo graficamente sublime. Il lavoro forse più ambizioso dei ragazzi polacchi di CD Projekt RED arriverà il 19 maggio per stupire il pubblico su PC e su console di nuova generazione - vale a dire PS4 e Xbox One -, portando con sé senari evocativi, modelli poligonali particolarmente dettagliati e una narrazione che non dovrebbe deludere le aspettative, forte del background offerto dai romanzi dello scrittore Andrzej Sapkowski. Senza contare l'incredibile carisma del protagonista, Geralt Di Rivia. E se non è un segreto che lo Strigo sia un vero e proprio Don Giovanni, non stupisce che il terzo capitolo della popolare saga di giochi di ruolo sarà infarcito di contenuti non adatti ad un pubblico di minori, tra sesso, sangue, violenza ed una buona dose di... Parolacce! La conferma arriva direttamente dall'ESRB, l’ente di classificazione dei videogiochi, che ha imposto una grande "M" sulla confezione del gioco - dunque classificandolo adatto a gamer maggiorenni - che si tradurrà in Italia con un PEGI 18+.

The Witcher 3: Sesso, violenza e sangue su PS4, Xbox One e PC

"Si tratta di un gioco open world in cui si vestono i panni di Geralt, un cacciatore di mostri alla ricerca di una donna scomparsa. I giocatori devono esplorare un mondo devastato dalla guerra, completando quest e uccidendo sia soldati nemici che creature fantastiche (ad esempio spettri, arpie, mostri di roccia)", si legge nel documento dell'ESRB dedicato a The Witcher 3. "I personaggi combattono usando spade e altre armi a lama, ma anche attacchi magici (ad esempio sfere di fuoco o incantesimi di stordimento); gli scontri sono caratterizzati da urla di dolore e suoni di impatto. Quando i nemici vengono colpiti, sanguinano in modo copioso; alcuni attacchi portano alla loro decapitazione o allo smembramento. Alcune cutscene mostrano decapitazioni al rallentatore e altre scene di violenza: l'autopsia di una vittima di tortura, stanze piene di cadaveri (ad esempio appesi al soffitto, coperti di sangue su di un letto, nudi in una vasca). Durante il corso dell'avventura, il personaggio principale può avere rapporti sessuali, anche con prostitute. Queste brevi sequenze mostrano seni e glutei, nonché versi di piacere, benché l'inquadratura non entri nel dettaglio dell'atto sessuale". Non solo, la documentazione fornisce anche ulteriori dettagli sul titolo di CD Projekt RED: "Il gioco include una side quest in cui Geralt si cimenta con una sfida di bevute; in tale contesto, i personaggi vengono rappresentati come ubriachi o incoscienti. Le parole 'f*ttiti', 'm*rda' e 'tr*ia' possono essere udite durante i dialoghi. Descrizione del contenuto: sangue, intensa violenza, nudità, linguaggio forte, forti contenuti sessuali, uso di alcol".

Crediti: CD Projekt RED