The Walking Dead 7: Il futuro tra serie TV e fumetto, parla Robert Kirkman

Il futuro di The Walking Dead secondo Robert Kirkman
Ecrit par

Con l'arrivo di Negan la versione televisiva di The Walking Dead prenderà il sopravvento su quella "fumettosa"? La risposta dal creatore dei walker.

C'è un clima di grande attesa tra gli appassionati di The Walking Dead. Nonostante la messa in onda della seconda stagione dello spin-off rappresenti una golosa distrazione (Fear The Walking Dead 2x06: Anticipazioni e video promo del nuovo episodio), un po' tutti siamo in attesa del ritorno dello show originale con la settima stagione. Colpa - o merito - dell'arrivo di Negan, che ha abbattuto la sua ira e la sua letale Lucille sul cranio di un membro del gruppo di Rick, la cui identità rimane tutt'ora un mistero (The Walking Dead 7: Abraham ucciso da Negan per un'attrice di Fear The Walking Dead). Sta di fatto che con il debutto sul piccolo schermo del leader dei Salvatori la serie televisiva si sta pian piano avvicinando ad un momento cruciale della narrazione presente nei fumetti.

The Walking Dead 7: Il futuro tra serie TV e fumetto, parla Robert Kirkman

Nei comic-book di The Walking Dead Negan uccide Glenn nel volume numero 100, mentre attualmente è stato pubblicato il #154. Questo significa che solo 54 albi sperano lo show dall'allinearsi con l'edizione cartacea, prospettiva che per alcuni fan potrebbe ricreare la stessa situazione vista nella "cugina" Game of Thrones. Il serial finirà dunque per superare e prendere il sopravvento sulle tavole a fumetto? Improbabile dal nostro punto di vista, così come per lo stesso creatore dei "walker", Robert Kirkman, che ha rassicurato il suo pubblico sulle pagine del sito ComicBook. Per il buon Robert il materiale su cui lavorare è ancora tantissimo, così come la possibilità di "remixare" eventi e situazioni per conferire alla serie un'identità separata da quella del fumetto. Voi come la vedete, The Walking Dead ha un futuro solido all'orizzonte?

Crediti: AMC