The Walking Dead: Top 3 migliori episodi della stagione 6

The Walking Dead 6, le migliori puntate dell'anno
Ecrit par

In attesa della 6B di febbraio, The Walking Dead continua a far discutere sulle pagine di melty. Oggi con i tre migliori episodi (fino ad ora) della 6^ stagione.

Il 14 febbraio è ancora piuttosto distante, ma è di sicuro una data che tutti gli appassionati di The Walking Dead hanno già cerchiato a più tinte di rosso sui loro calendari. Quella scelta da AMC per il grande ritorno della sesta stagione con la seconda parte. E se tutti siamo in attesa di scoprire cosa accadrà negli ultimi otto episodi, l'avvicinarsi della fine dell'anno pare l'occasione più ghiotta per stilare un bilancio sulle migliori puntate del discusso e controverso The Walking Dead 6, almeno fino ad ora. Naturalmente secondo il gusto di chi vi scrive, che potrebbe differire sensibilmente dal vostro - sì, siete liberi di insultarmi, incattiviti da tutti i misteri lasciati in sospeso dagli sceneggiatori (The Walking Dead 6: 10 domande a cui dovrà rispondere la 6B).

In una top 3 che vuole premiare i migliori episodi della sesta stagione di The Walking Dead è impossibile non citare il mid-season finale. "Start to Finish" è intenso ed in qualche modo affollato, costantemente sul filo del rasoio e citazionista. Pensiamo allo stratagemma di ricoprirsi di interiora di zombie per superare l'orda, già visto nella Stagione 2, piano per sfuggire alla situazione più critica mai vissuta dal gruppo dopo l'arrivo nella zona (non più) sicura di Alexandria. Secondo gradino del podio per la Season Premiere, debutto autunnale della stagione, che è riuscito a regalarci un inizio "col botto" grazie a sapienti scelte di regia - flashback in bianco e nero e presente a colori, o ancora la mandria di walker a ricordare le più alte espressioni hollywoodiane.

A conquistare la palma di miglior appuntamento con The Walking Dead dell'anno è, per la redazione di melty, il terzo episodio, "Thank You". La 6x03 è riuscita a rendere il serial post-apocalittico realmente virale, con il web scatenato nell'infinito dibattito sulle sorti di Glenn. Il suicidio di Nicholas pareva aver condannato a morte anche il nostro "pizzaboy", poi miracolosamente scampato al più rosso degli epiloghi grazie ad un cassonetto. La terza puntata è stata insomma il momento più intenso e "al cardiopalma" tra quelli vissuti in questa prima parte di stagione, in attesa di scoprire chi morirà nella 6B e chi saranno i volti più rilevanti negli eventi confezionati da Scott M. Gimple e dal suo team.

Crediti: AMC