The Walking Dead 6: Carol vs Morgan, lo scontro raccontato da Scott Gimple

The Walking Dead 6, anticipazioni seconda parte
Ecrit par

Da Negan a Glenn, passando per Carol e Morgan. Scott M. Gimple racconta i passaggi salienti della prima parte della 6^ stagione di The Walking Dead, guardando anche al futuro.

14 febbraio 2016. Questa la data che tutti gli "zombielover" dovrebbero segnare a più tinte di rosso - sangue! - sui lor calendari. Quella scelta da AMC per il grande ritorno della sesta stagione di The Walking Dead. Dopo la messa in onda dell'episodio 8 (The Walking Dead 6x08: Streaming e recap per il mid-season finale), la serie post-apocalittica si concede infatti una lunga pausa invernale, che metterà a dura prova la pazienza dei telespettatori, soprattutto in vista del chiacchierato arrivo di Negan (The Walking Dead 6: "Salvatori", arrivano i nemici più attesi!). Per stemperare l'attesa, il produttore esecutivo Scott M. Gimple è tornato a parlare dei passaggi salienti del mid-season finale di The Walking Dead 6, prima di tutto dello scontro tra Carol e Morgan.

"Abbiamo visto una scena tra i due in cui la tensione era al massimo, ed in cui sarebbe potuto succedere di tutto", ha detto il buon Gimple. "Ma sappiamo che lo stesso Morgan non è sicuro che la sua visione del mondo sia quella giusta. Lo abbiamo visto anche nel settimo episodio, si sforza di rispettare i suoi dogmi non senza difficoltà. Una visione diametralmente opposta a quella di Carol, eppure i due personaggi sono molto più simili di quanto si pensi. La donna avrebbe potuto ucciderlo, ma non l'ha fatto. Sente il peso di tutto quello che è successo in passato, ed è papabile nel finale del secondo episodio, quando piange seduta sui gradini. La loro lotta è nata dal fatto che Carol non ha premuto il grilletto quando ne ha avuta la possibilità".

Ma non è tutto. Il giornalista di TVLine ha anche chiesto all'executive producer se l'arrivo di Negan dovrebbe mettere in allarme i fan di Glenn, ucciso nel fumetto proprio dal leader dei "Salvatori". "Oddio, mi sento come se fossi in tribunale! Non sarebbe intelligente per me svelare in anticipo cosa succederà, ma capisco il punto di vista dei telespettatori. Dubito che il suo arrivo coinciderà con un periodo sereno. Di sicuro comporterà gravi difficoltà per tutto il gruppo di Rick". E' importante sottolineare che gli sceneggiatori non hanno mai seguito pedissequamente la narrazione del fumetto, dunque ci sono ancora speranze per Glenn, già scampato alla morte più volte (The Walking Dead 6: Glenn vivo o morto? La verità in video). La conferma dallo stesso Scott Gimple: "Esattamente, non seguiamo tutto alla lettera per mantenere una certa tensione e quel senso di stupore che caratterizza la serie da sei anni. Cerchiamo solo di raccontare la storia migliore possibile". E voi come la vedere, il "pizzaboy" morirà nella seconda parte della sesta stagione di The Walking Dead?

Crediti: AMC