The Walking Dead 5: 4° episodio, recap, streaming e spoiler per "Slabtown"

The Walking Dead 5x04, streaming italiano e trama
Ecrit par

La The Walking Dead 5x04 è finalmente andata in onda su AMC. Il ritorno di Beth non poteva essere più intenso e sconvolgente... Cos'è successo in "Slabtown"? Scoprilo con il nostro recap, ma occhio agli spoiler!

L'abbiamo cercata nelle nostre fantasie seriali, ne abbiamo rincorso rumor ed anticipazioni, le abbiamo cucito addosso le morti più atroci, ma alla fine la non più innocente biondina di The Walking Dead è tra noi, pronta a dire la sua in modo del tutto autonomo. Sì perché, nell'episodio 4 di The Walking Dead 5, andato in onda ieri sera su AMC, Beth Greene ha fatto il suo attesissimo ritorno. Dopo essere stata rapita nella stagione precedente, la figlia minore di Hershel, interpretata dall'attrice Emily Kinney (The Walking Dead 5: Beth, Emily Kinney sul ritorno nella 5^ stagione), è ora detenuta in una struttura ospedaliera, che "Slabtown" - questo il nome della puntata odierna - ci porterà a visitare, per un tour con l'orrore da cui non sarà facile riprendersi. Beth si trova al Grady Memorial Hospital di Atlanta, con una ferita sulla guancia e una flebo nel braccio, il cui ago va subito a tramutarsi in un'arma. La sopravvissuta è sola, lontana dai suoi affetti e visibilmente spaventata. Poco dopo l'ufficiale di polizia Dawn Lerner e il Dr. Steven Edwards entrano nella sua stanza, spiegandole che è stata salvata dall'attacco di un nutrito gruppo di "walker". "Sei nostra debitrice", incalza subito la donna poliziotto. Beth chiede di Daryl, ma le viene detto che è stata ritrovata da sola. Così come sola dovrà affrontare l'incubo a venire. Successivamente, veniamo sbalzati più avanti nel tempo, con Beth impegnata nell'ospedale nel ruolo di improvvisata infermiera per ripagare il suo "debito". Affianca dunque Steven per aiutare alcuni pazienti feriti, tra cui Trevitt , la cui sopravvivenza pare stare molto a cuore alla misteriosa Dawn, tanto da schiaffeggiare la nostra eroina per spronarla a farlo rimanere in vita.

The Walking Dead 5: 4° episodio, recap, streaming e spoiler per "Slabtown"

A peggiorare le cose, così come intuito dalle anticipazioni di "Slabtown" dei giorni precedenti alla messa in onda - che si ripeterà in Italia questa sera su FOX -, scopriamo che c'è qualcosa di più inquietante all'interno dell'ospedale che fuori, tra le strade di Atlanta: gli ufficiali di Dawn. Uno in particolare, Gorman, pare avere attenzioni fin troppo "calde" per la nostra Beth, pretendendo un ringraziamento particolare per il suo salvataggio. Per lo meno il dottor Steven pare essere una persona piuttosto accogliente nei confronti di Beth. Divide con lei la colazione, le mostra il suo dipinto di Caravaggio ed esprime il desiderio di vedere un mondo migliore per gli uomini, diverso da quello apocalittico che li ha trasformati in veri e propri animali. Una speranza che permette alla struttura ospedaliera di andare avanti, con le sue regole e violenze quotidiane, un po' come accadeva a Woodbury sotto il dominio del Governatore. Quando Beth va a cambiarsi il camice che ha sporcato di sangue nel tentativo di salvare Trevitt - Dawn ama le cose pulite ed ordinate, le fa notare Steven! -, scopre un lecca lecca nella sua tasca, un regalo dal suo "collega" Noah, interpretato da Tyler James Williams, talmente adorabile da farci subito temere per la sua sopravvivenza. Ma il loro momento intriso di dolcezza viene subito interrotto da un'altra ospite/prigioniera, di nome Joan, morsa da uno zombie mentre provava a scappare dall'ospedale e subito vittima di un'amputazione per salvarle la vita. Perché la donna preferiva rischiare la morte piuttosto che rimanere al Grady Memorial Hospital? Beth e Noah, che per alcuni sarà poi la persona in compagnia di Daryl nel bosco (The Walking Dead 5: Daryl, chi c'è con lui nella foresta?), lo scopriranno molto presto...

The Walking Dead 5: 4° episodio, recap, streaming e spoiler per "Slabtown"

In un primo momento, ringraziandolo per il lecca lecca, Beth chiede a Noah perché Joan abbia rischiato la sua vita per fuggire quando le sarebbe bastato ripagare il suo debito a Dawn per essere rilasciata. Il ragazzo le risponde che non ha mai visto le cose andare in quel modo, trovandosi nella struttura da circa un anno. Non solo, Noah crede che Dawn e i suoi abbiano salvato lui e non suo fratello maggiore - un uomo forte e muscoloso -, perché avrebbe sicuramente cercato di opporsi. Più tardi, Dawn fa a Beth quello che potremmo definire come un discorso di incoraggiamento, mentre Joan rivela alla ragazza, con una breve frase, tutto l'orrore dell'ospedale. La donna, ormai mutilata, giustifica le azioni della terribile poliziotta dicendo: "E' facile fare un patto con il diavolo quando non sei tu quello a pagarne il prezzo". Dopo l'enigmatica chiacchierata, Beth va alla ricerca del suo lecca lecca scoprendo che lo sta già mangiando Gorman. L'uomo molesta ancora una volta la nostra biondina, venendo fortunatamente interrotto da Steven. Inorridita nel realizzare che il luogo in cui si trova non è altro che un orribile e macabro vaso di Pandora, Beth chiede al dottore come mai ha deciso di restare. Steven le racconta la drammatica storia del predecessore di Dawn, Hansen, e gli errori fatali che aveva compiuto, ammettendo candidamente che essere all'interno dell'ospedale è sempre meglio che affrontare l'orrore di Atlanta, una città ormai "governata" dai non-morti. Prima che la giornata giunga a termine, Beth esegue gli ordini di Steven, iniettando dei medicinali a Trevitt, il "pupillo" di Down. Iniezione che finirà però per uccidere l'uomo! Per risparmiale l'ira dell'inquietante ufficiale, Noah si addossa la colpa e nonostante la poliziotta sappia che sta solo difendendo la sua amica, procederà a punirlo. "Ogni sacrificio che facciamo è per un bene più grande", dice Dawn a Beth, che sogna la rinascita del genere umano dopo l'epidemia. Ecco perché le sta bene che Noah venga picchiato a sangue e Joan stuprata da Gorman: "Le ragazze nell'ospedale rendono felici i miei poliziotti, e più loro sono felici più mi aiuteranno a mandare avanti questo posto".

The Walking Dead 5: 4° episodio, recap, streaming e spoiler per "Slabtown"

Il giorno successivo, Beth e Noah prenderanno l'unica decisione a quel punto sensata: scappare dall'ospedale! La stessa fuga che abbiamo visto più volte nei video promo dell'episodio 4 di The Walking Dead 5. Il loro piano? Mentre Noah tiene occupata Dawn, Beth dovrà intrufolarsi nel suo ufficio e recuperare la chiave per l'ascensore. Il piano sembra filare liscio, nonostante l'intervento di Gorman... Ed infatti Noah è in grado di oltrepassare le recinzioni del Grady Memorial Hospital, ma Beth purtroppo viene catturata dalle guardie. Tornata all'interno dell'ospedale - o per meglio dire, carcere -, Beth si scaglia contro Down: "Nessuno verrà a salvarci e noi siamo condannati tutti a morire. Come puoi permettere che vengano compiuti questi abusi? ". In tutta risposta, la poliziotta colpisce Beth, per nulla scalfita dal suo discorso. A peggiorare le cose, la mancata compagnia di Steven. Il medico ha infatti avallato le accuse di Beth, che sospettava l'avesse ingannata per uccidere Trevitt. Il motivo? Il paziente era in realtà un medico e la sua presenza spaventava il dottore attualmente "in carico", credendo che sarebbe divenuto inutile e dunque sbattuto fuori dall'ospedale. Ben poco impressionata, Beth pare aver compiuto da sola la sua scelta: uccidere Steven con un paio di forbici! Il tutto viene interrotto dall'arrivo di un nuovo paziente, un paziente dal volto assai familiare, quello di Carol. La donna è stata dunque portata nella stessa struttura in cui si trova Beth (The Walking Dead 5: Beth e Carol, anticipazioni shock dal 4° episodio)... Il suo destino verrà però rivelato solo domenica prossima, 9 novembre, grazie al nuovo appuntamento con la quinta stagione di The Walking Dead.

Crediti: amc