The Walking Dead 3: Episodio 16, un finale pieno di promesse

Ecrit par

Il 31 marzo è andato in onda l’ultimo episodio della terza stagione di ‘The Walking Dead’, il telefilm prodotto dalla AMC e tratto dall’omonima collana di fumetti. Finale deludente per alcuni, è una premessa per la quarta stagione.

Ci siamo, la terza stagione di ‘The Walking Dead’ si è infine conclusa: domenica 31 marzo è andata in onda negli Stati Uniti la sedicesima puntata del telefilm tratto dall’omonimo fumetto. I pezzi sulla scacchiera si sono lentamente posizionati per lo scontro finale, che ha visto opposti gli abitanti di Woodbury, ormai armati fino ai denti per proteggere la loro oasi felice, e i gruppo della prigione, capitanato dallo sceriffo Rick Grimes. Nell’episodio 15 di ‘The Walking Dead 3’ avevamo seguito ansiosamente la rocambolesca fuga di Andrea, conclusasi nella sua cattura da parte del governatore proprio quando la salvezza sembrava ormai vicina. Nell'episodio 16, la scena della morte di Milton, che la vede presente e impotente, è forse tra le più crudeli di questa stagione. Del resto il minaccioso capo di Woodbury era assolutamente intenzionato a vendicarsi di Michonne, che durante l’ultimo raid nella città fortificata lo aveva ferito irrimediabilmente ad un occhio ed aveva ucciso Penny, la figlia zombie che il Governatore teneva segregata in casa.

La ragazza era stata proposta come merce di scambio dal Governatore a Rick in cambio della salvezza degli abitanti della prigione, ma il sospettoso sceriffo, consapevole di quanto sia infido il suo avversario, aveva deciso di attuare un piano alternativo, conclusosi con la morte di Merle, trasformatosi anch’egli in zombie e poi ucciso dal fratello Daryl. Il gruppo della prigione, decimato e in inferiorità numerica rispetto all’organizzazione paramilitare di Woodbury era pronto a fuggire, ma qualcosa non è andato per il verso giusto e l’epilogo dello scontro è stato un altro. Come molti appassionati del telefilm hanno potuto notare, “Welcome to the Tombs”, più che sciogliere i nodi di questa terza entusiasmante stagione, è stata una premessa a quello che accadrà nella prossima. Con un filo di speranza? Forse, ma non rilassatevi troppo: in ‘The Walking Dead’ la pietà è un sentimento appartenente ad un’altra era. Avete letto i fumetti di 'The Walking Dead'? Che ne pensate?

Crediti: The walking dead 4, amc