The Voice: Veronica De Simone vs Daphne Nisi, il video della battle

Veronica De Simone - The Voice
Ecrit par

Sfida da brividi sulla pelle. Il giudizio è unanime sulla battle tra Veronica De Simone e Daphne Nisi, che cantano "Run Baby Run" di Sheryl Crow. Guarda il video su melty.it

"Daphne mi sei arrivata al cuore, tu Veronica in tutto il corpo". Assieme alla vittoria di Nausicaa Magarini su Marcela Cibukal, quella di Veronica De Simone e Daphne Nisi è sicuramente la battle più emozionante di tutta la sesta puntata di The Voice of Italy. Raffaella Carrà sceglie Veronica De Simone, ma Daphne Nisi è sembrata in un primo tempo in vantaggio sull'avversaria. Lacrime e sorrisi passano in fretta, quello che resta è il ricordo di un bellissimo duetto che ci piacerebbe veder di nuovo in futuro, sul palco di qualche Festival in giro per l'Italia. Veronica De Simone e Daphne Nisi cantano "Run Baby Run" di Sheryl Crow, e dimostrano di aver imparato bene gli insegnamenti di Raffaella Carrà (vedi la battle tra Denise Faro e Paola Licata) che oltre ad essere coach è anche un'ottima regista di scena. Veronica De Niso, a differenza di Daphne, è meno teatrale e più attenta a mantenere il contatto visivo con l'avversaria. Si mostra timida all'inizio, per poi emergere sulla distanza e dominare la scena con la sua bellissima voce. Raffaella Carrà, sul punto di scoppiare a piangere, spiega il motivo per cui ha scelto "Run Baby Run": "questo è di sicuro il duetto più struggente e pieno di speranza verso il futuro, è la storia di una ragazza che non ha più i genitori, e che il papà prima di lasciarla le dice 'run, baby run', corri avanti verso la vita".

L'esito non era scontato. Daphne Nisi, 28 anni da Roma, ha di sicuro una maggiore esperienza alle spalle di Veronica De Simone, grazie alla collaborazione saltuaria con Claudio Baglioni e ai tour con la sua band "Baraonna". Veronica De Simone, 23 anni, viene da Massa Carrara, divide l'appartamento con la sorella e ha fatto girare alle blind audition tutti e quattro i coach cantando "At Last" di Etta James. Sul braccio ha tatuata una frase di Eddie Vedder dei Peal Jam: "quando capisci di essere te stesso devi avere uno spazio più grande per esprimerti". Ed è in queste parole che si riassume il suo stile. "Veronica, tu sei la fantasia, sei perfetta nel canto e interpreti in un modo pazzesco", dice Raffaella Carrà al momento della scelta finale. Gli altri giudici non si erano sbilanciati: "Siete due personalità molto diverse, ma nonostante tutto riuscite a duettare molto bene" aveva detto Noemi, lasciando la patata bollente a Raffaella Carrà. Che è apparsa molto sicura nella sua scelta: alla fine Veronica ha gettato la maschera, si è immedesimata nel pezzo ed è apparsa molto più sicura della precedente esibizione. Non ha esultato per la vittoria: un'altra prova della sua sensibilità, o presentimento che la prossima sfida sarà molto più difficile?

Crediti: Veronica De Simone Official Facebook Page, Archivio web, The Voice of Italy