The Voice 2: Giorgia Pino, "Vi racconto io com’è coach Noemi"

Giorgia Pino - Team Noemi
Ecrit par

The Voice of Italy è arrivato alle semifinali e il Team Noemi punta tutto su Giorgia Pino e Stefano Corona. La giovanissima cantante leccese ha una voce affascianante, "unica" per la sua coach, e a noi di melty.it ha raccontato com'è lavorare con Noemi-Veronica... Scopri di più nell'intervista esclusiva!

Giorgia Pino ha 18 anni e viene da Casarano in provincia di Lecce. Canta in una rock band, è timida, ma riesce ad esprimere tutto quello che prova nel momento in cui si esibisce. E si è visto. Nell’ultimo Live Show di The Voice of Italy Giorgia ha cantato "Bette Davis Eyes" di Kim Carnes conquistandosi meritatamente la semifinale. La sua è una voce “antica e moderna”, secondo la sua coach, che riesce a fare suo qualsiasi brano le si assegni. Noemi ha voluto che Giorgia Pino l’accompagnasse anche sul palco della tappa romana del suo "Made in London" tour, a riprova della stima che nutre per il suo giovane talento. melty.it l’ha intervistata per voi:

Altri articoli su The Voice 2The Voice 2: Giuseppe Maggioni, "Sto vivendo un sogno!"The Voice 2: Giacomo Voli, "Mi sento come Marty McFly" Suor Cristina in semifinale a The Voice, fuori Valerio Jovine

The Voice 2: Giorgia Pino, "Vi racconto io com’è coach Noemi"

Cosa ti ha spinto a partecipare alle audizioni di The Voice? Sicuramente la fortissima passione per la musica, ma anche il particolare interesse che ho cominciato a nutrire per questo talent da spettatrice. Un talent molto distante da altri format più incentrati sul day-time show…

Com'è cominciata la tua passione per il canto e la musica? Suonerà strano ma credo che sia stata la musica a bussare alla mia porta . Non ho un ricordo ben preciso, è una sorta di déjà-vu ancestrale che credo appartenga alla mia infanzia

C'è un artista in particolare a cui ti ispiri? Ho sempre amato la musica blues e quella rock, talvolta non amo catalogarla né definirla secondo generi musicali. Sarebbe come farsi un idea di una persona per come è vestita e non per com'è realmente. Ad ogni modo, la mia adolescenza è stata influenzata da artisti come Amy Winehouse e dal mondo blues e rock americano

Descrivici coach Noemi e il lavoro che stai portando avanti con lei: Ho imparato a conoscere due persone. La Noemi, che stimavo ed apprezzavo artisticamente ancor prima di cominciare questa splendida avventura, e Veronica, una persona umile e stralunata, molto vicina al mio modo di essere. Conoscere il suo lato umano mi ha aiutato tantissimo anche sotto il profilo lavorativo. A volte riesco davvero a vedermi attraverso i suoi occhi ed è allora che prendo coraggio e ho finalmente la forza di affrontare a testa alta anche i momenti di scoramento. Professionalmente, malgrado la sua giovane età, ha un'esperienza notevole ed è molto scrupolosa nella preparazione delle performance. Cerca sempre di integrare i suoi consigli, determinati dal suo vissuto artistico, alla mia personalità . E questo, considerando anche il mio modo di essere, è stato fondamentale

Se dovessi descrivere questo momento della tua vita con una canzone quale sarebbe? Sicuramente "My destiny" di Lenny Kravitz. Una canzone non molto conosciuta, ma che adoro e che descrive alla perfezione questo mio momento: "Follow your dream and don't let go... No one can live for me... No one can see the things I see... I walk this road, no one can tell me how to be... It's my destiny". E’ perfetta.

The Voice 2: Giorgia Pino, "Vi racconto io com’è coach Noemi" - photo
The Voice 2: Giorgia Pino, "Vi racconto io com’è coach Noemi" - photo

melty.it è una community rivolta ai giovani e ai loro interessi, e si occupa di televisione, cinema, serie tv. Tu guardi la tv? Hai delle serie preferite? Non guardo molto la televisione. Preferisco ascoltare musica o uscire, piuttosto che stare a casa.

Come stai affrontando la fase finale? Sto affrontando questa fase con molta più grinta e consapevolezza di ciò che sto vivendo. All'inizio mi sentivo un po’ come in una bolla di sapone, ancora incredula di tutto ciò che mi stava accadendo intorno. Noemi, il mio vocal coach Marco e tutti coloro che lavorano al programma mi aiutano tantissimo e forse, mai come prima, ho cominciato a capire realmente quali siano le mie potenzialità. Riesco ad emozionarmi molto di più e a vivere in maniera positiva tutto ciò che mi circonda e che mi accade nel quotidiano.

Ti piacciono gli altri talent show? Non ho seguito particolarmente gli altri talent. In linea generale mi piacciono, ma preferisco The Voice.

Quali sono i tuoi progetti dopo The Voice? I miei progetti futuri sono insiti nel presente poiché credo che ciò che sto vivendo adesso possa darmi delle prospettive molto importanti…. Voglio fare musica, sempre!

The Voice 2: Giorgia Pino, "Vi racconto io com’è coach Noemi"
Crediti: web , Archivio web