The Nostalgics in concerto conquistano Parigi con le loro melodie emozionali

Un'altra immagine del gruppo The Nostalgics
Ecrit par

I The Nostalgics, in concerto al Marcovaldo, scaldano il pubblico con l’atmosfera indie pop della loro musica. Da Milano a Bruxelles, passando da Parigi e Londra, ecco la performance riuscitissima della loro tappa francese.

Sarà stato il vecchio maggiolino azzurro parcheggiato fuori dal Marcovaldo, locale dove si è tenuto il concerto, o semplicemente la luce vintage di Parigi, ma i The Nostalgics non potevano scegliere posto più adatto per scaldare il pubblico venuto ad ascoltarli. In questa piccola libreria-caffè, illuminata da grosse lampadine che pendono dal soffitto, i The Nostalgics, nati a Milano nel 2010, clima Rocket, danno il via al loro mini-tour europeo: prima tappa ieri sera a Parigi, seconda tappa oggi a Bruxelles. Ma non è la prima volta che questo gruppo, così originale nel panorama giovanile, lascia l’Italia per cercare nuovi orizzonti e stimoli musicali: oltre ad aver aperto i concerti di band internazionali come La Sera a Los Angeles, l'anno scorso Corrado, Antonia Chiara, Marco e Alessandro hanno suonato a Londra, ottenendo un buonissimo successo: “Nella capitale inglese, ci siamo sentiti molto apprezzati. Un gruppo come il nostro, che suona principalmente a Milano, non sempre ha il riscontro che vorrebbe. A Londra, nonostante il pubblico non ci conoscesse prima, abbiamo ricevuto molti complimenti”. Touchè! A Parigi i The Nostalgics non hanno deluso le aspettative e il Marcovaldo, che a gennaio ha ospitato Lo Stato Sociale, replica il successo. Infatti, nonostante l’ambiente minimale del locale e un veloce adattamento a strumenti e suoni -“di solito siamo molto più rumorosi” spiega Marco (chitarra) -, la loro performance dal vivo riesce languida e strepitosa come i loro testi.

The Nostalgics in concerto conquistano Parigi con le loro melodie emozionali - photo
The Nostalgics in concerto conquistano Parigi con le loro melodie emozionali - photo
The Nostalgics in concerto conquistano Parigi con le loro melodie emozionali - photo

Colletti della camicia allacciati fino all’ultimo bottone, Doctor Martins di vernice ai piedi e calze di raso a stelle, suonano e cantano i loro pezzi trascinando il pubblico francese e italiano nel melange del loro stile. Uno stile, il loro, la cui definizione è fra l’indie e il pop ma che, come mi spiega Corrado (voce e chitarra), ha una vena in continua evoluzione: “I testi di due anni fa, come Amanda, By The Marble Stair che è il nostro primo singolo, non sono gli stessi che componiamo oggi. Certo, c’è sempre una grande coerenza alla nostra essenza e al nostro nome ma ora i nostri pezzi hanno colori più cupi, ancora più nostalgici”. 'Diagram of love', 'Lost at sea', 'The other side of the air', i titoli delle loro canzoni, diventano allora parole per comprendere più a fondo la loro musica “composta da melodie che oggi si sposano bene con Parigi, questa città che porta dentro di sé uno spirito un po’ bohemien e le sfumature letterarie di Oscar Wilde” come racconta Corrado. Ecco che allora tutti questi elementi, i cubi di legno stracolmi di libri, le vibrazioni nella voce di Antonia Chiara, il ritmico colpo sulla batteria, la vetrina del Marcovaldo ormai appannata dal calore del canto danno alla musica una luce differente: 'A different light', come il titolo di un loro testo, sul mondo musicale italiano.

The Nostalgics in concerto conquistano Parigi con le loro melodie emozionali