The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina'

Le giornate interminabili di Matt Damon su Marte
Ecrit par

In "Sopravvissuto - The Martian" Matt Damon cerca di sopravvivere a 225 milioni di km dalla Terra. È lui il Bear Grylls spaziale col pallino di Tony Stark e degli attrezzi Ikea.

(di Emanuele Zambon). Marte. Alle 7:28 del SOL 18 il destino dell'astronauta Mark Watney è pressoché segnato: colpito da un frammento di antenna durante una tempesta, si ritrova con lo stomaco perforato e il livello di ossigeno della tuta pari allo zero. "Non morirò qui" ripete a se stesso lo sventurato protagonista di "Sopravvissuto - The Martian" (leggi la recensione del film), mostrando una determinazione a dir poco feroce, se si tiene a mente che Watney si trova, metro più metro meno, a 225 milioni di km dalla Terra. Ora, qualunque persona avrebbe saccheggiato l'armadietto dei farmaci in cerca di antidepressivi, invece Mark Watney - un redivivo Matt Damon - si suppone che non abbia mai saltato una lezione di catechismo, dal momento che si ricorda dell'imperativo biblico "Uomo, tu lavorerai la terra con gran sudore", divenendo il primo bracciante agricolo della storia di Marte. "Sopravvissuto - The Martian" (guarda la Top 5 dei film 'spaziali') con un'astuta mossa si attira così le simpatie della massa e di un'ala ultra bolscevica del Partito Comunista: dopo aver ricavato legna da ardere da un crocifisso - indispensabile per ricavare acqua da una combustione - , il botanico Watney coltiva patate, uno degli alimenti più a basso costo sul mercato, dando il là ad una serie di maliziose battutine del tipo: 'Matt Damon, quello della patatina', con tanto di spot promo al fianco del re del 'tubero' Rocco Siffredi. Appurato che almeno nell'immediato non morirà di fame, il Robinson Crusoe dello spazio ritrova morale ed energie per cercare a tutti i costi di tornare sulla Terra.

The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina' - photo
The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina' - photo
The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina' - photo
The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina' - photo

È uno, nessuno e centomila il Matt Damon di "Sopravvissuto - The Martian": botanico erudito ("Marte dovrà aver paura dei miei poteri filologici") con uno spiccato senso dell'umorismo e un odio atavico per la disco music anni '70. Mark Watney ama mangiare sano (patate bio), concedendosi di tanto in tanto il lusso del ketchup. Credete però che la vita da agricoltore stile amish faccia al caso del protagonista di "Sopravvissuto -The Martian"? Niente affatto: tira fuori doti da inventore, smonta e riassembla con la stessa sicurezza di un operaio dell'Ikea e dialoga con il pubblico - attraverso l'escamotage del diario di bordo - alla maniera dell'avventuriero Bear Grylls, celebre per il suo programma "L'Ultimo Sopravvissuto" (ma dai?). Certo, a Matt Damon non capita di dover mangiare testicoli di capra o larve, ma di sicuro la sua è a tutti gli effetti una sfida degna di "Man vs Wild", un'impresa folle e fantascientifica che andrebbe etichettata con la dicitura 'No Limits'. Mark Watney è parente stretto del Chuck Noland di "Cast Away", costretto gioco forza a sorridere ad una morte inevitabile, senza nemmeno la compagnia di un pallone Wilson. Ma i mille volti del protagonista di "Sopravvissuto - The Martian" comprendono anche il geniale miliardario inventore Tony Stark e l'uomo che con una chewing gum e una lattina di Coca-Cola è in grado di fabbricare un ordigno nucleare: MacGyver. Quello di Matt Damon è un supereroe a tutti gli effetti: un pirata dello spazio che guida tra i crateri di Marte ascoltando Donna Summer e con un isotopo radioattivo nel sedile posteriore e che si fa sparare nello spazio interstellare con un telo di plastica attaccato alla navicella. Praticamente "Mars con l'Attak".

The Martian: Matt Damon, da Bear Grylls a 'Quello della Patatina'
Crediti: 20th Century Fox, web