The Hateful Eight: Quentin Tarantino va in pensione?

Quentin Tarantino vicino alla pensione?
Ecrit par

“The Hateful Eight” è in uscita e Quentin Tarantino si lascia intervistare da Yahoo. Le sue dichiarazioni, lasciano perplessi: eccole!

E' tempo di promuovere “The Hateful Eight" (ecco il trailer pulp), uscito da poco nelle sale statunitensi. Così Quentin Tarantino ci mette la faccia e da giorni rilascia interviste a frequenza giornaliera. L'ultima, realizzata da Yahoo Movie e commentata dal prestigioso Indie Wire rivela alcuni progetti che il regista ha in mente. Alcune dichiarazioni sono piuttosto clamorose, ma ricordiamo che il regista del Tennessee è famoso per le sue “sparate”. Dunque il consiglio è sempre quello di non prenderlo troppo sul serio. Per prima cosa, minaccia per l'ennesima volta una possibile uscita di scena: “La mia intenzione al momento è quella di fermarmi a dieci film, ma potrei cambiare idea con il tempo”. Poi rincara la dose e se la prende con il tanto odiato cinema digitale: “se la pellicola dovesse fare la fine dell'uccello Dodo, allora non arriverei nemmeno a dieci”. Considerando che “The Hateful Eight” è il suo ottavo lavoro, non resta che augurarsi lunga vita al formato pellicola.

Come se non bastasse se la prende anche con la Computer-Generated Imagery e le altre forme di manipolazione digitale del girato. “Se l'episodio di 007 'Casino Royale' l'avessi girato io – come a un certo punto avrei voluto fare – sarebbe stato molto diverso”. Ora però non se la sente di occuparsi di James Bond e esclude in maniera categorica di realizzarne un prossimo episodio. Però con Quentin non si sa mai! Tanti sono stati i propositi paventati, pochi quelli che ha mantenuto veramente: pensiamo alla mini-serie western annunciata, al nuovo horror, al gangster movie anni '30 o al tormentone di "Kill Bill 3". Non resta che incrociare le dita e attendere la prossima mossa di Quentin Tarantino. Qualunque essa sia, siamo certi che darà vita a un capolavoro. Dannato Quentin, alla fine sa sempre come farsi perdonare.

Crediti: youtube, web