The Division: Sistema di crafting, ecco come funziona in video

The Division, crafting e drop del gioco
Ecrit par

In uscita l'8 marzo su PS4, Xbox One e PC, Tom Clancy's The Division torna con nuovi dettagli. Questa volta sul fondamentale sistema di crafting.

Annunciato durante l'E3 di due anni fa (The Division: Grafica E3 e Beta a confronto, dettagli sui DLC), The Division è tornato prepotentemente alla ribalta nell'ultima settimana. Merito di "mamma" Ubisoft, che sta spingendo con un'imponente campagna virale il suo ultimo progetto, delle golose anteprime pubblicate dai principali siti di settore e, soprattutto, dell'anima stessa del gioco, che andrà ad unire MMO, RPG e open world, senza dimenticare una buona dose d'azione in stile sparatutto in terza persona. Quello che da molti è stato definito come l'erede più diretto di Destiny (Destiny vs The Division: Ecco perché sono giochi diversi) torna protagonista con un nuovo video, che ne illustra il sistema di crafting.

Sistema fondamentale per un titolo come Tom Clancy's The Division, capace di determinarne l'ecosistema. Per chi non lo sapesse, infatti, il crafting è l'abilità di saper creare oggetti, come armature, armi e potenziamenti, illustrata appunto nella clip di Arekkz Gaming in calce. Non solo, Magnus Jansen, direttore creativo del gioco, ha snocciolato nuovi dettagli sulla mappa e sui luoghi che caratterizzeranno The Division: "Per The Division avremo sostanzialmente Midtown Manhattan. Questo perché è stato ricreato in scala 1:1 e per il modo in cui l'epidemia ha avuto luogo. In pratica, tutto è stato colpito e non ci sono più risorse. Non c'è più benzina nelle auto, non c'è traffico, sarete a piedi. Con il livello di dettagli che abbiamo, abbiamo fatto di Manhattan una grande esperienza open-world".

Crediti: Ubisoft