Temptation Island: "Pornografia dei sentimenti" per il MOIGE

Cristina Galella - Temptation Island:
Ecrit par

La prima puntata di Temptation Island non è piaciuta al MOIGE: il programma è stato definito "pornografia dei sentimenti". Leggi di più su melty.it.

È andata in onda ieri - giovedì 3 luglio - la prima delle quattro puntate del nuovo reality show di Canale Cinque dal titolo "Temptation Island". A seguito della puntata, la platea televisiva si è schierata a favore e contro. Dal lato dei contro troviamo anche il MOIGE (Movimento Italiano Genitori), che attraverso un breve comunicato ammonisce la trasmissione di Maria De Filippi affigliandogli il crudele appellativo di "la pornografia dei sentimenti". Vuoi leggere l'intero comunicato del MOIGE contro Temptation Island? Lo trovi subito dopo il video qui sotto...

MOIGE vs Temptation Island

Qui di seguito il comunicato del MOIGE contro la trasmissione di Maria De Filippi "Temptation Island": "Il titolo è già tutto un programma. Abbiamo assistito a una vera e propria pornografia dei sentimenti, altro che viaggio all'interno dei rapporti amorosi, come vogliono far intendere gli autori. I meccanismi del reality sono tutti giocati tra cinismo e perversione, le situazioni pensate ad arte per favorire le tentazioni. La convivenza tra single e fidanzati durerà 21 giorni, ma già alla prima puntata un paio di coppie vanno in tilt. Che messaggio diamo ai ragazzi che guardano? In un'epoca in cui è tutto precario, viene lasciato intendere che anche i sentimenti lo siano. Non si mette alla prova la propria fedeltà infilandosi in una situazione rischiosa. Sarebbe come se un soggetto sano volesse dare prova della sua salute andando in un reparto di malattie infettive senza precauzioni". In conclusione, il MOIGE aggiunge: "Dunque, non solo la formula del programma è perversa, ma anche i protagonisti scelti, cavalcano la situazione con eccessiva disinvoltura. L'ennesimo prodotto trash di una rete che aveva promesso di essere meno volgare". Che ne pensate di Temptation Island?

Crediti: Video Mediaset, Archivio web