Maccio Capatonda: Il video di Italiano Medio a Servizio Pubblico di "Santo Oronzo"

L'Italiano Medio a 'Servizio Pubblico'
Ecrit par

Anche Maccio Capatonda tra gli ospiti della puntata del 5 febbraio di Servizio Pubblico, in onda su La7 e in live streaming con la conduzione di Michele Santoro. Guarda il video dell'ideatore di "Italiano Medio".

“Una scelta di coerenza, per il bene di questo paese”. Potrebbe essere lo slogan elettorale di uno qualsiasi dei tanti politicanti votati all'ipocrisia che – quando non sono altrimenti impegnati – popolano i banchi del nostro Governo e del nostro Parlamento. E invece è una delle tante frasi a sfondo satirico pronunciate in “Italiano medio”, il film d'esordio (nelle sale dal 29 gennaio) dell'ormai celeberrimo comico Maccio Capatonda. Sarà per questa bizzarra “convergenza” che tra gli ospiti di Servizio Pubblico, andato in onda alle 21.10 su La7 e in live streaming su Serviziopubblico.it, c'è stato spazio anche per un cammeo di Maccio, nome d'arte di Marcello Macchia. Quello di Michele Santoro, però, rimane un talk show politico (anche se a volte si fa fatica a capirlo), e i principali ospiti in studio erano la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, l'eurodeputata del Partito Democratico Simona Bonafè e la nota giornalista Barbara Palombelli, oltre a Marco Travaglio, Vittorio Sgarbi in collegamento e i vari analisti politici.

Il titolo della puntata di questa sera era “I due presidenti”, con chiaro riferimento a Matto Renzi e Sergio Mattarella, ma era altrettanto evidente l'intento di attirare l'attenzione di un pubblico più ampio del solito con l'”esca” Capatonda. Del resto, visti i toni e i personaggi caricaturali spesso dati in pasto al pubblico dalla trasmissione di Santoro, quello a cui abbiamo assistito fino ad oggi è stato comunque, in molti casi, la parodia di un programma di dibattito politico, dunque non si è trattato d'altro che di satira della satira, pur se limitata ad una gag promozionale di minuti. In un ironico dibattito con Santoro, Maccio ha impersonato prima l'ecologista, vegano e socialmente impegnato Giulio Verme ("Sono cresciuto cercando di non guardare la tv, questa tv che fate voi, un medium univoco che riduce le capacità intellettive del nostro cervello" ), e poi la sua versione successiva all'ormai celeberrima pillola che permette di utilizzare solo il 2% delle capacità cerebrali. Il quale - questo dotto Jekyll - ha ringraziato "Santo Oronzo" per l'invito a "Servizio Pubico", per poi concludere il siparietto con un pensiero che riassume la realtà dipinta tramite il mezzo satirico nel film: “L'importante è avere l'astuzia di essere scemi o intelligenti a seconda dei casi. E secondo me chi ci governa ci riesce molto bene”

Crediti: Archivio web, Servizio Pubblico, Italiano Medio