Serie A: Acea Roma-Dinamo Sassari, 75-84 analisi e highlights

David Logan decisivo nella Capitale
Ecrit par

La Dinamo Sassari vince a Roma resistendo alla rimonta dell'Acea dopo un grande inizio. Top-scorer Jerome Dyson, decisivo David Logan. Guarda gli highlights di Acea Roma-Dinamo Sassari 75-84.

Se in Eurolega la Dinamo Sassari sta imparando che giocare bene due o tre quarti non basta (ne è stato un esempio Nizhny Novgorod-Dinamo Sassari 88-86), in campionato Manuel Vanuzzo e compagni mostrano di poter gestire un vantaggio accumulato in avvio e così, con un inizio fulminante e un finale sufficientemente lucido, il Banco di Sardegna passa sul campo della Virtus Acea Roma 75-84, portandosi da solo in testa alla classifica in attesa del posticipo dell'Olimpia Milano. I primi 14' della Dinamo sono vicini all'incredibile: i ragazzi di Meo Sacchetti segnano 9 dei primi 10 tiri da tre tentati (l'unico errore di Rakim Sanders, che ne segna comunque due), e la pur volenterosa Roma non può far altro che mangiare la “polvere” biancoblù. I capitolini, provano ad approfittare del leggero calo di tensione (e di percentuali) del Banco di Sardegna con un vivace Bobby Jones e un efficace Jordan Morgan, ma la Dinamo non si formalizza e va all'intervallo con 12 lunghezze di vantaggio. I problemi, per la compagine sarda, arrivano nel terzo quarto, con Roma che aumenta l'intensità difensiva e, dopo diverse occasioni mancate, riesce a rientare fino al -3 con Kyle Gibson in grande spolvero. All'inizio dell'ultima frazione, grazie alla caparbia di Rok Stipcevic e Bobby Jones, la Virtus ha addirittura la palla del vantaggio con la Dinamo in totale confusione offensiva, ma i ragazzi di Luca Dalmonte non capitalizzano le numerose opportunità e alla lunga gli ospiti, in particolare con Jeff Brooks e David Logan, operano lo scatto decisivo.

Dando uno sguardo agli altri risultati, ancora incompleti in attesa del posticipo di domani Sidigas Avellino-EA7 Emporio Armani Milano, salta all'occhio la vittoria esterna della neopromossa a Capo d'Orlando, che si sblocca sul campo dell'ormai ex rivelazione Cremona (probabile concorrente in ottica salvezza) lasciando sul fondo della classifica la Consultinvest Pesaro, prevedibilmente travolta a Reggio Emilia (con 17 punti e 12 rimbalzi di Achille Polonara), e la Pasta Reggia Caserta, che certifica la crisi nera cadendo al fotofinish contro la Giorgio Tesi Pistoia nonostante la solita, ottima prestazione di Sam Young (26). L'altra neopromossa, Trento, era uscita ieri sconfitta sul campo dell'Enel Brindisi, mentre questo pomeriggio l'Acqua Vitasnella Cantù ha battuto meritatamente la Granarolo Bologna con un grande Awadu Abass (18 punti per la giovane ala italiana) e la Reyer Venezia ha superato l'Openjobmetis Varese, con 27 punti di Jeff Viggiano, al termine di una partita ad alto punteggio che sta diventando un'abitudine per la squadra allenata da Gianmarco Pozzecco.

>>> RISULTATI, CLASSIFICA E ALTRI HIGHLIGHTS

Crediti: Legabasket TV, Euroleague, Legabasket