Sara Errani vs Serena Williams: 0-2 ai quarti del Roland Garros 2015

Serena Williams al servizio
Ecrit par

In diretta web dal court Philippe Chatrier del Roland Garros, vi raccontiamo il quarto di finale tra la nostra Sara Errani e la numero 1 mondiale Serena Williams. Il confronto è durato 1 ora e 6 minuti: 2-0 per la Williams con il punteggio di 6-1, 6-3.

Il match comincia male per Sara Errani che va subito 2-0 , perdendo il servizio nel secondo game che chiude con 0 punti. Nel terzo la bolognese comincia a variare i colpi e ad attaccare e trova il punto del 2-1 e quindi del controbreak. I problemi al servizio di Sara (che già nel 2013 era il più lento del top 100 mondiale) persistono anche nel quarto game, che Serena Williams conquista agevolmente (3-1). Quinto game più combattuto ma Serena Williams nonostante l'ottima ricezione della Errani va sul 4-1. Solo un punto per Sara nel game che porta al 5-1 per la Williams, che poi chiude il primo set sul 6-1.

Sara Errani al servizio
Sara Errani al servizio
Roland Garros 2015 - Sara Errani in ricezione
Sara Errani al servizio
Roland Garros 2015 - Serena Williams batte 2-0 Sara Errani
Sara Errani al servizio
Roland Garros 2015 - Serena Williams al servizio
Sara Errani al servizio

Nel secondo set migliora l'efficacia del servizio di Sara Errani, che da l'impressione di poter tornare in partita. Sara riesce a non subire break per ben tre volte, e si porta sul 3-2 dopo uno splendido game in cui lascia a zero Serena Williams. Per l'americana è la molla che la spinge verso la vittoria finale: dopo aver pareggiato i conti con un 40-15 strappa il servizio nel settimo game, e va sul 5-3 grazie a tre ace. Nell'ultimo game è di nuovo Sara a servire, e a resistere: salva ben 3 match-ball, ma al quarto tentativo il ruggito del "c'm on! " di Serena Williams si fa assordante. Ora la numero 1 mondiale ha la strada spianata verso il suo terzo trionfo al Roland Garros.

Preview (a cura di Cosimo Lanzo)

Al Roland Garros 2015 nei quarti di finale Sara Errani affronta la numero uno del mondo Serena Williams. La Errani, n° 17 al mondo, per il quarto anno consecutivo è tra le prime otto del torneo francese (finale 2012, semifinale 2013 e quarti 2014), confermandosi rispetto allo scorso anno. Sara è già nella storia perché nessuna tennista italiana è riuscita a centrare almeno i quarti per quattro anni di fila. Considerando la finale vinta nel 2010 da Francesca Schiavone e la finale persa dalla stessa del 2011, sono sei anni che il movimento italiano riesce a esser rappresentato da almeno una tennista tra le prime otto del grande slam francese. Sara Errani si presenta al cospetto della statunitense dopo aver avuto qualche battuta d'arresto nel suo cammino. Nelle prime due partite con la Riske e la Witthoeft la romagnola ha concesso due set, riuscendo però a portare a casa la partita. Nel terzo turno e negli ottavi la crescita di Sara è stata costante. Ne hanno fatto le spese due tedesche, la Petkovic e la Georges. Nessun set perso e come al solito tanta preparazione della partita da parte del tecnico Pablo Lozano. Ora la tennista si trova davanti allo scoglio più alto di tutto il torneo, la Serena Williams che ha vinto due volte sul Philippe Chatrier (2002 e 2013) e 19 titoli del Grande Slam in carriera. I precedenti sono infausti per Sara e tutti a favore della Williams: parziale di 8-0, con due soli set concessi.

L'ultimo la statunitense l'ha perso nella Federations Cup a Brindisi. La Williams però non è al massimo della forma. Sulla terra rossa ha perso a Madrid in semifinale con la Kvitova mentre a Roma si è ritirata al terzo turno. Qui a Parigi ha concesso tre set, che per una cannibale come lei è una notizia. In più nell'ultimo match contro la connazionale Stephens ha dovuto indossare una giacca per riscaldarsi causa un raffreddore. Per la Errani nella semifinale del 2013 proprio con la 'panterona' fu una vera disfatta, con un solo game vinto nel 6-0 6-1 finale. Chissà se la Errani riceverà una chiamata da Silvia Farina e Francesca Schiavone. Le due italiane sono le uniche ad aver battuto la Williams in carriera: sul green la Farina e sulla terra rossa la leonessa di Milano. Non resta che sperare in una partita perfetta della Errani, che deve variare spesso sul corto e sbagliare meno prime palle possibili in battuta. La Williams ripetiamo non è al meglio e un'impresa è possibile.

Crediti: Nicola Accardo, melty.it, web