Sanremo 2015: Se Telefonando, Nek trionfa tra le cover

Nek ritira il premio
Ecrit par

Giustizia è fatta! La migliore cover della terza serata di Sanremo è "Se Telefonando" interpretata da Nek è stata premiata sul palco dell'Ariston. Leggi le nostre pagelle!

Raf canta Rose Rosse di Massimo Ranieri e delude come nella prima serata del Festival. Ha qualche problema di voce e si porta dietro una fastidiosa bronchite. Anche l'arrangiamento lascia a desiderare. Il nostro voto è un impietoso 4,5. Irene grandi sceglie Se perdo te di Patty Pravo e ancora una volta sfoggia una classe rara in questo Festival. Esibizione impeccabile, arrangiamento molto moderno ed orecchiabile. Si candida come papabile vincitrice del Festiva. Voto 7 pieno. Quando il turno di Moreno il rapper genovese massacra Celentano e stona sulle note di Una carezza in un pugno. Però l'arrangiamento è originale e il rap in coda efficace. Voto 5,5. Anna Tatangelo interpreta Dio com ti amo di Modugno e conquista una piena sufficienza. Tecnicamente, è perfetta. Voto 6. Dopo questa prima tranche di duetti il voto di melty in sala stampa va quindi a Irene Grandi e Anna Tatangelo: Chi vince? Lo decidono il televoto e i giovanissimi: Moreno!

Portentoso Nek

Biggio e Mandelli riescono a rendere noiosa E la vita, la vita. Per chi li ha amati è una tragedia. Però la versione swingata è originale, loro irriverenti: complessivamente la redazione dà 6 di voto. Chiara Galiazzo invece non ha la bronchite. Ha una voce impeccabile e lo dimostra con Il volto della vita di Caterina Caselli. Voto 7. Voto 4 per Nesli che distrugge Mare Mare di Luca Carboni. Poi arriva il momento di Nek, che compie il miracolo: rende sua Se telefonando di Mina senza snaturarla. E' un tripudio, e infatti il pubblico lo premia: è lui a vincere la seconda manche e a conquistare la finale.

Alghero conquista

Su Platinette e Grazia di Michele che cantano Alghero di Giuni Russo la redazione di melty si divide: un 8, un 7 (che premiano il loro atteggiamento scanzonato), un 6 e un 5. La media è 6,5. Per i Dear Jack un bel 5 collettivo all'interpretazione di Io che amo solo te di Sergio Endrigo. Bianca Atzei proprio non ci convince: 4 per l'assenza di personalità e il pessimo arrangiamento di Ciao Amore Ciao (Luigi Tenco). Alex Britti è disastroso: Io mi fermo qui dei Dik Dik non è nelle sue corde: 4,5. Il nostro voto va alla coppia Platinette/Grazie Di Michele, ma come nella prima manche decidono i giovanissimi: Dear Jack in finale.

Bravi Fragola e Annalisa!

Lorenzo Fragola scegli di non strafare e convince la redazione. Meglio la cover di Una città per cantare di Ron che la sua esibizione nella seconda serata del Festival. Voto 6,5, Sufficienza anche per Il Volo, che punta su Ancora di Eduardo De Crescenzo. Ancora una volta i tre tenorini non trasmettono nessuna emozioni, si limitano a mostrare la loro tecnica vocale. Voto 6. Annalisa è a suo agio con il ritornello di Ti Sento dei Matia Bazar, ma la sua voce fatica durante le strofe. Emulare Antonella Ruggero è impossibile, tutto sommato se la cava bene quindi 6,5. Lara Fabian offre una prestazione vocale straordinaria, però non si capisce una sola parola che pronuncia. Voto 6. Il nostro voto è per Fragola e Annalisa, il vincitore per il televoto è Il Volo.

Malika power

Gianluca Grignani si presenta sobrio sul palco con un'interpretazione di Vedrai Vedrai (Luigi Tenco) che è pulita, senza infamia e senza lode, quindi 6. Nina Zilli si misura con Se bruciasse la città di Massimo Ranieri e la fa sua in una versione swing: 7 per la straordinaria personalità. Malika Ayane invece si conferma mattatrice di Sanremo 2015, la sua interpretazione di Vivere (Vasco Rossi) fa venire i brividi e provoca un applauso interminabile. 7,5. Marco Masini lotta quindi con i giganti: Sarà per te di Francesco Nuti gli vale un bel 6,5. Il pubblico da casa incredibilmente ne sancisce la vittoria nella quinta manche.

La classifica finale

Nek precede Il Volo, Moreno, Marco Masini e i Dear Jack.

Crediti: Archivi Web, melty.it, Twitter