Sanremo 2015: Marco Masini, Gianluca Grignani e Nek…il Fanta-Sanremo!

Marco Masini, Gianluca Grignani, Nek
Ecrit par

Tutto pronto per Sanremo 2015: martedì 10 febbraio avrà inizio la 65^ edizione del Festival. Protagonisti del confronto per il Fanta-Sanremo di oggi sono i veterani Marco Masini, Gianluca Grignani e Nek. Ma è Sanremo 2015 o ’95?

Sanremo 2015: -1. Chi vedremo trionfare sul palco dell’Ariston il prossimo 14 febbraio, al termine della più celebre (e chiacchierata) kermesse musicale italiana? Proviamo a scoprirlo grazie al Fanta-Sanremo di melty, e un po’ di sana ironia. Mentre Emma Marrone e Arisa preparano il loro esordio da vallette, abbiamo deciso di organizzare delle divertenti sfide virtuali che vedono protagonisti i futuri concorrenti di Sanremo 2015, immaginando 3 motivi - tra l'assurdo e il grottesco - per cui ciascuno di loro dovrebbe spuntarla. Protagonisti del confronto di oggi sono Marco Masini, Gianluca Grignani e Filippo Neviani, in arte Nek. Chi vincerà, a questo punto, Sanremo 1995? Ops…Sanremo 2015?

Marco Masini1. Cercherà di vincere il Festival per dimostrare finalmente a tutti che non porta sfiga. Lui contesta fermamente l’esistenza della Maledizione, dategli almeno una possibilità. O almeno evitate “gesti apotropaici” davanti alla madre della vostra/o ragazza/o. 2. Farà leva sul suo animo sensibile: se non lo votate poi s’intristisce, entra in Malinconoia e ci fa l’ennesimo album depresso. 3. Quando si arrabbia nessuno lo può fermare: voi ridete e scherzate, poi però se Masini si infuria e vi urla “Vaffanculo” c’avrà pure ragione. L’urlo di Masini, tra l’altro, è molto più cattivo di quello di Kekko dei Modà.

Gianluca Grignani: 1. È la personalità più “ribelle” del Festival di Sanremo: gli hanno levato la patente per guida in stato d’ebbrezza, si è presentato ubriaco a un concerto, è stato arrestato per violenza nei confronti di un pubblico ufficiale quest’estate …s’inventerà senz’altro qualcosa di nuovo per il Festival, noi non aspettiamo altro. 2. Grazie al titolo della sua canzone ha già lanciato l’hashtag più trash del Festival: “#SogniInfranti”, titolo perfetto per una nuova soap opera o per il blog di una quattordicenne 3. Nel settembre 2013, grazie alla votazione del pubblico sui social network, Rolling Stones premiò il suo brano “La Fabbrica Di Plastica” come "la canzone che meglio rappresenta il rock italiano". Tutto ciò è passato sottotraccia finora... per fortuna.

Nek. 1. Nello momento stesso in cui avete letto il nome “Nek” da questo articolo starete già cantando “Laura non c’è” e, prendendo in mano lo smartphone, vi starete già trasformando in automa con un solo pensiero in testa: votarlo, votarlo, votarlo. 2. Ha scritto e cantato l’inno del Sassuolo, conquistando il cuore di tutti i tifosi emiliani. Pare, tra l’altro, che la squadra sarà presente durante l’esibizione di Nek per fargli da supporto "corale", così come l’Armata Rossa coadiuvò diligentemente Toto Cutugno nell’edizione del 2013 3. Siamo troppo impegnati a cantare “Laura non c’è”, trasformarci in automi smartphone alla mano, con un solo pensiero in testa (votare Nek), per poter scrivere la terza motivazione.

Crediti: web