Sanremo 2015: Ascolti 2^ serata

Ascolti seconda serata Sanremo 2015
Ecrit par

La serata del Festival di Sanremo dell’11 febbraio totalizza una media di 10,09 milioni di ascoltatori con il 41,67% di share, in calo rispetto alla prima.

Una seconda puntata “tale e quale” alla prima, che l'11 febbraio scorre liscia come l’olio (come da scaletta) tra nuove proposte, big, ospiti, vallette, comici, tra punte di trasgressione non così tragressiva e ampio bacino di tradizione. "Nuovo boom di ascolti per Sanremo 2015“ twitta Giancarlo Leone confermando risultati migliori rispetto al passaggio prima-seconda serata nelle scorse edizioni di Fazio. Lo show, in lieve e fisiologico calo rispetto alla prima serata ma in trend crescente rispetto alla media, porta a casa 10,09 milioni di ascolti con uno share del 41,67%; il picco di ascolti dopo l'esibizione del "sempregiovane" Biagio Antonacci che dopo i suoi successi canta "Quando" per ricordare Pino Daniele, mentre il picco di share è massimo, naturalmente, nel momento di Conchita Wurst. Sanremo dei ritorni della prima serata “ritorna” anche nella seconda (semi-premiato dagli ascolti) con Carlo Conti, Rocio, Emma e Arisa (ancora senza reggiseno) e, nella gara canora, con Raf, con Irene Grandi, con Marco Masini, con Anna Tatangelo, che è giovanissima ma agli occhi del pubblico sembra una meteora. Non c’è la nostalgia di Albano e Romina tra flessioni, baci e stecche della prima serata, spazzata via dai “giovani” delle nuove proposte e i “giovani” in gara (vincitori di talent mischiati a campioni storici, ma questa è un’altra storia). Le sfide a due tra gli esordienti aprono lo show prima delle 21 (fuori dalla fascia esaminata per gli ascolti) e vedono il diciassettenne Kaligola e la savonese Shanty battuti dai Kutso ed Enrico Nigiotti di Livorno, che aveva mollato la musica per dedicarsi all’agricoltura.

Dopo l’intermezzo visivo (acclamato in platea, su Twitter, dalla critica) dei Pilobulos e dei loro giochi danzanti tra luci e ombre, arriva la schiera dei big: Nina Zilli massacrata su Twitter per il look fa sognare con la voce; Irene Grandi, retaggio di un’Italia già obsoleta, piace e decolla; atteso anche Lorenzo Fragola, vincitore di XFactor e vincitore secondo i pronostici , che si presenta con un brano di Fedez e viene umiliato su Twitter, mentre per Anna Tatangelo che sembra Belen (vestita dal foggiano Francesco Paolo Salerno) c’è un’ovazione unanime per la bellezza e meno unanime per la canzone, scritta da Kekko dei Modà. Volano in cima alla classifica (tra i primi 6) Il Volo (acclamati sul web come probabile vincitori), Marco Masini e Raf (direttamente dagli anni che furono), Lorenzo Fragola, Irene Grandi e Nina Zilli. In fondo alla classifica I Soliti Idioti Biggio e Mandelli (folkloristici loro, con le divise da banda stile Sgt Pepper, mentre la canzone vuole fotografare l’Italia “Ho comperato un tablet col wi¬fi/La connessione non funziona mai/E all’ora della Champions League/Mio figlio vuol vedere Peppa Pig”), Anna Tatangelo, Moreno, Bianca Atzei. Va notato che i reduci dai talent nella classifica si rimescolano con i più anziani. A questo punto la gara venerdì diventa decisiva per stabilire chi resta e chi va.

Tra nuove proposte, nuove proposte dai reality (tra i campioni) e cantanti che ritornano, Conti inserisce l’immancabile serie di ospitate acchiappa-audience, un ventaglio di nomi dal sacro al profano. Ripartiti nella serata come una spolverata generale di zucchero, i comici, i cantanti e le star si alternano come quadri in una maxi-cornice: sono statici e l’interazione con il conduttore non va fuori dalle righe. Angelo Pintus delude mentre Rocco Tanica piace. Ci sono anche Javier Zanetti (con cui Nina Zilli fa un selfie en passant), Joe Bastianich, Vincenzo Nibali (che ricorda Falcone e Borsellino), il cantante dei Mattafix (un refuso nella scaletta aveva comunicato invece gli Spandau Ballet) e i Marlon Roudette, ma l’attenzione è tutta su Charlize Theron, intervistata in modo classico a metà serata su Nelson Mandela, lo spot del filo che fu, il Sudafrica, le canzoni italiane. Mentre Conchita Wurst che fa il botto di share arriva alla fine come una ventata di novità, sciocca e incanta in una chiusura estremamente più moderna di tutta la serata.

Crediti: Leonardo Spettacoli, Youtube, Rai.tv