Sanremo 2014: Le pagelle della finale, da Arisa a Gualazzi e The Bloody Beetroots

Arisa
Ecrit par

Si è concluso il Festival di Sanremo 2014: ha vinto Arisa, ma sul podio anche Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots e Renzo Rubino. Le pagelle della finale su melty.it.

Anche quest'anno il Festival di Sanremo è giunto alla conclusione e ha incoronato Arisa con il brano "Controvento". Sul podio dietro lei Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots con "Liberi o no" e Renzo Rubino con "Ora". Ma si sono distinti anche i Perturbazione, che hanno vinto il premio della critica assegnato dalla sala stampa radio-tv-web "Lucio Dalla" e Cristiano De Andrè che ha vinto il premio della critica Mia Martini. Di seguito le pagelle della finale di Sanremo!

Altri articoli su Sanremo 2014Sanremo 2014: Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots con "Liberi o no", il video della finaleStromae: "Formidable" a Sanremo 2014 (video)Arisa vince Sanremo 2014: "Controvento e il Festival sono Pop!"Sanremo 2014: Crozza & Arisa super show! (recensione 22 febbraio)

Giuliano Palma con “Così lontano”, voto 7.5: dinamico sul palco, buona esibizione e brano dal sapore d’altri tempi. Noemi con "Bagnati dal sole", voto 8: una delle nostre preferite al Festival, ha portato un brano forse troppo distante da Sanremo, come lei stessa ha dichiarato. Ron con "Sing in the rain", voto 6.5: esperienza, folk e fischiettii per una canzone però troppo piatta. Arisa con "Controvento", voto 7: la vincitrice del Festival ha portato un brano pop e radiofonico, quello che salta agli occhi (e alle orecchie) è la sua evoluzione artistica. Francesco Sarcina con "Nel tuo sorriso", voto 6: deve ancora trovare la sua dimensione solista. Perturbazione con "L'unica", voto 7.5: sono apparsi molto più sciolti e hanno portato una ventata di freschezza. Giusy Ferreri con "Ti porto a cena con me", voto 6: un brano e un'interpretazione piatta.

Sanremo 2014: Le pagelle della finale, da Arisa a Gualazzi e The Bloody Beetroots

Francesco Renga con "VIvendo adesso", voto 5: era il favorito per la vittoria finale, ma è stato smentito da pubblico e critica. Un brano non entusiasmante e un'esibizione troppo ammiccante. Renzo Rubino con "Ora", voto 7: il brano è buono, l'interpretazione è forse un po' forzata, ma è comunque terzo nella classifica finale. Antonella Ruggiero con "Da lontano", voto 5/6: la sua voce è potente e si sa, ma in finale porta l'interpretazione peggiore. Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots con "Liberi o no", voto 9: i nostri preferiti, per noi i vincitori morali del Festival. Come dichiarato da loro in conferenza stampa "L'Italia aveva bisogno di questo tipo di cross-over". Cristiano De Andrè con "Il cielo è vuoto", voto 6: vince i premi della critica, ma non ha convinto del tutto. Frankie Hi NRG con "Pedala", voto 6: il brano è piatto e lui in finale è apparso in difficoltà.

Sanremo 2014: Le pagelle della finale, da Arisa a Gualazzi e The Bloody Beetroots - photo
Sanremo 2014: Le pagelle della finale, da Arisa a Gualazzi e The Bloody Beetroots - photo
Sanremo 2014 - Raphael Gualazzi
Sanremo 2014 - Il teatro Ariston
Crediti: rai, web , Archivio web, melty.it