Ryan Gosling: Josh Brolin gli fa delle pesanti critiche!

Ryan Gosling e Josh Brolin
Ecrit par

Ryan Gosling è uno degli attori più apprezzati del momento, ma non dal suo collega Josh Brolin, che non gli ha risparmiato pesanti accuse.

Non si può piacere a tutti, anche se ti chiami Ryan Gosling. L'attore canadese, uno dei pochi in circolazione a metter d'accordo pubblico e critica, deve infatti fare i conti con una serie di pesanti accuse a lui rivolte da un altro celebre collega. In una recente intervista al magazine 'Man of the World', Josh Brolin, che con Gosling ha lavorato in Gangster Squad, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti delle nuove leve di Hollywood: " Vedo questi ragazzini sul set e mi diverto un mondo, perché si ripete sempre la stessa storia. Io sono il vecchio della situazione che pensa ' oh bene, hai la tua giacchetta di pelle che hai pagato 400$ e l'hai comprata anche tutta sdrucita'". Le accuse, in seguito, si sono tuttavia fatte molto meno generiche: " Mi ricordo questo ragazzo con cui ho lavorato che veniva dall'Ontario, ma parlava come De Niro. C***o stai imitando De Niro, lo sai? Non ascoltavo nemmeno quello che diceva".

Impossibile non cogliere il riferimento a Ryan Gosling, attualmente impegnato nelle riprese di La La Land con Emma Stone: l'attore non solo è originario dell'Ontario e si mostra spesso in giro con una giacca di pelle addosso, ma per sua stessa ammissione ha cercato di sbarazzarsi del proprio accento originale: " da bambino ho deciso che l'accento canadese mi sembrava troppo rude. Ero convinto che i ragazzi dovessero parlare come Marlon Brando. Adesso ne vorrei uno come Lady Gaga o Madonna, qualcosa che diventi il tuo marchio di fabbrica". Insomma, non sembrano esserci dubbi sul destinatario delle accuse di Brolin, resta da capire solo cosa abbia infastidito così tanto l'interprete di "Milk": dell'umiltà e della dedizione di Gosling (qui nel trailer di The Big Short) hanno infatti parlato in molti, che il suo sia timore di essere surclassato?

Crediti: Archivio Web, Youtube