Roger Federer: Il video di tutte le 10 finali a Wimbledon

10a finale per Federer a Wimbledon
Ecrit par

Roger Federer ha conquistato la 10a finale in carriera a Wimbledon: domenica sfiderà Novak Djokovic per l'8° titolo. Ripercorriamo 17 anni di storia svizzera ai Championships.

Il Maestro Roger Federer ha ormai imparato da tempo a “trattare allo stesso modo il Trionfo e la Rovina”, i due “impostori” descritti da Rudyard Kipling che ogni giocatore in procinto di solcare il Campo Centrale di Wimbledon si trova a gestire. Fin qui, ai Championships 2015 il fenomeno svizzero ha avuto a che fare solo con il primo: Federer si è infatti qualificato per la 10^ finale personale sull'erba londinese, replicando quella persa lo scorso anno – in 5 set – da Novak Djokovic. L'uomo di Basilea ha offerto una prestazione sublime regolando il beniamino di casa Andy Murray in 3 partite (7-5 7-5 6-4) e deliziando il pubblico con una carrellata di colpi da manuale del tennis. A match concluso, il pugnetto e lo sguardo determinato rivolto al suo angolo (in cui svettava un certo Stefan Edberg, mentore part-time di Roger) la dicono lunga sulla consapevolezza di un 34enne ormai saldo al secondo posto della classifica mondiale. Il n.1 Djokovic, al di là dei dolori di Parigi, è fin troppo costante perché la sua leadership possa essere messa in discussione. Ciò detto, Wimbledon è il Tempio adatto per Federer per coronare la sua rincorsa al fatidico titolo n.18 del Grande Slam. Ci sarà dunque una rivincita dello scorso anno, quando uno stoico Roger trascinò fino al 5° set un campione serbo in odore di matrimonio – a proposito, auguri a Djokovic e Jelena Ristic per il primo anniversario di nozze - e paternità. Il 7 volte campione all'All England Club ha lasciato per strada solo un set (contro il bombardiere aussie Groth) in questa edizione e il gioco espresso con Murray fa crescere le speranze di tutti i Federer-addicted, nonostante il pronostico favorevole a Djoker, vittorioso in "semi" su un Richard Gasquet sorprendente. In ogni caso, la 26^ finale Major raggiunta dal GOAT (“Greatest of All Times”, per stessa ammissione di Nole) ha già di per sé il sapore dell'impresa: ripercorriamo le altre 9 vissute da Roger Federer sui prati di Sua Maestà.

2003 - il primo alloro

Roger Federer è un predestinato: fu lui, due anni prima, a detronizzare un erbivoro per eccellenza come Pete Sampras (anche lui 7 volte Re su questi campi) battendolo in ottavi. Poi, la battuta d'arresto al primo turno del 2002 contro lo sfortunato croato Mario Ancic, futuro benché fugace protagonista. La stagione successiva è quella buona: disinnescato il servizio di Andy Roddick in semi, Roger fa il bis contenendo quello di Mark Philippoussis nella finalissima: la prima volta non si scorda mai.

Roger Federer: Il video di tutte le 10 finali a Wimbledon
2004 - bis da n.1

Roger si ritrova davanti il ragazzone del Nebraska, Roddick, che con la sua battuta fa rivivere i missili di Cavallo Pazzo Goran Ivanisevic. Il confronto è serrato e il primo set è di Andy (6-4); il match viene interrotto per pioggia e la pausa permette a Federer di riordinare le idee. L'elvetico chiude in quattro set e porta a casa il secondo titolo di fila, il primo da numero uno del mondo.

2005 - tris d'asso

Tra Federer e Roddick a Wimbledon è ormai una questione personale, ma questa volta lo yankee non rimane troppo attaccato al treno di FedEx. La partita si chiude in tre set e poco meno di due ore. Il dominio di Roger è incontrastato, almeno fuori dalla terra rossa...

2006 - incontro ravvicinato con Rafa

Nel 2005, un “torello” maiorchino aveva vinto (a 19 anni) il suo primo Roland Garros, aprendo un'era destinata a segnare per sempre il tennis contemporaneo. Dopo Parigi, tal Rafael Nadal da Monacor si era presentato su una superficie tutta da scoprire rimediando una sconfitta prematura. Il ragazzo però si applica in fretta, e l'anno successivo torna a Londra conquistando addirittura la finale. “È l'erba battuta, bellezza”, direbbe lo Scriba Gianni Clerici: Federer, che contro di lui soffrì già sul cemento di Miami vincendo al 5°, archivia facile il primo set (6-0) ma deve concedere un set ad un volenteroso Nadal, chiudendo in quattro. Lo spagnolo comincia a “fiutare” le sue chances sull'erba.

2007 - brivido iberico

Stesso copione del 2006: Federer-Nadal si profila ormai come LA rivalità del primo decennio del XXI secolo tennistico. Rafa, giocatore pigliatutto sul rosso, approfitta del rallentamento dei campi britannici e costringe agli straordinari Roger, che alla fine ottiene il suo 5° trofeo con un 6-2 al quinto e decisivo set.

2008 - lo shock

In 4 ore e 48 minuti, si consuma il dramma sportivo di Roger Federer, l'estasi agonistica di Rafa Nadal – il primo dopo Bjorn Borg a realizzare l'accoppiata Roland Garros-Wimbledon – e uno dei match più avvincenti della storia del tennis. Al calar del sole, Re Roger deve capitolare in favore dell'arrembante maiorchino 9-7 al quinto set, malgrado una disperata rimonta da 0-2 sotto. Due mesi più tardi, Federer abdicherà anche al trono Atp, sostituito sempre da un Nadal in rampa di lancio.

2009 - ricomincio da tre

A far tornare il sorriso a Federer, dalle parti di Wimbledon, non poteva che essere lui: Andy Roddick il malcapitato. Eppure, A-Rod arriva vicinissimo al colpaccio capitolando dopo un'autentica battaglia terminata 16-14 per Roger al quinto set. Lo svizzero salta di gioia, l'americano abbassa lo sguardo e l'immancabile berretto durante la cerimonia di premiazione: il Trionfo e la Rovina in persona.

2012 - il ritorno

Dopo due sventurate sconfitte di fila nei quarti di finale (contro i non trascendentali Berdych e Tsonga), Federer ritrova finale e vittoria nell'anno delle Olimpiadi, guarda caso organizzate proprio a Londra. Wimbledon ospita un “double” - Slam più torneo olimpico – e i protagonisti sono gli stessi: Roger e Andy Murray, scozzese a caccia del primo titolo major. Sotto gli occhi di Pete Sampras, Federer eguaglia il suo record di 7 vittorie a Wimbledon spuntandola al quarto set. Per Murray ci sarà comunque gloria un mese più tardi, quando asfalterà lo svizzero (3 set a 0) nella finale a 5 Cerchi, per poi vivere il Battesimo Slam agli Us Open.

Roger Federer: Il video di tutte le 10 finali a Wimbledon
2014 - standing ovation

Il Vecchio Leone contro il Principe balcanico del tennis mondiale. Wimbledon 2014 ospita la prima finale tra Federer e Novak Djokovic, reduce dalle delusioni dell'Australian Open e del Roland Garros. Nole non può fallire una terza volta e riesce a spezzare la resistenza svizzera con un 6-4 al quinto set, dopo che Roger era riuscito a salvare la pelle sotto di un break (con match-point a sfavore) nel quarto. A un anno di distanza, i due si ritroveranno l'uno contro l'altro domenica sul Centrale: sarà una Nona Sinfonia serba o la 18^ gioia elvetica?

Crediti: Youtube, youtube, web