Rocco Siffredi e Gabriel Garko: Due modi di invecchiare

Gabriel Garko e Rocco Siffredi a confronto
Ecrit par

Tra l'assurdo lifting di Gabriel Garko, il bello e impossibile delle fiction tv, e il radicale cambiamento psico-fisico di Rocco Siffredi, re del cinema a luci rosse, ecco due modi completamente opposti di invecchiare.

È risaputo, l’Italia è da sempre riconosciuta in tutto il mondo come la patria dei latin lover, i grandi amatori capaci di far impazzire qualsiasi donna. E come si può quindi, non parlare dei due ambasciatori per eccellenza del maschio italiano? Da una parte lui, Gabriel Garko, attore 43enne torinese. Fisico scolpito, occhi verdi, voce sensuale e un fascino capace sin dagli esordi di tenere incollato il pubblico femminile al piccolo schermo. Dall’altra Rocco Siffredi (qui il suo nudo per Animalisti Italiani), il mitico pornodivo di Ortona diventato negli anni un vero e proprio idolo per il popolo maschile, oltre che desiderio proibito anche della più insospettabile casalinga di Voghera. Due idoli, insomma, che hanno costruito la loro fortuna sulla propria bellezza e sulle proprie doti fisiche. I tempi però cambiano, ed ecco che, ormai non più nel fiore degli anni, i due sex symbol italiani devono confrontarsi con un cambiamento radicale della loro immagine.

Gabriel Garko si è presentato trasformato domenica 3 maggio alla trasmissione televisiva di Rai 1 “L’Arena”, condotta da Massimo Giletti. Al momento dell’ingresso in studio dell’attore, lo shock è stato impressionante. Gli spettatori a casa si sono trovati di fronte un uomo completamente sfigurato, un ammasso mal distribuito di botox e silicone che ha lasciato a dir poco basiti. Lo sguardo seducente e misterioso del bel Garko ha lasciato spazio a un faccione goffo e rigonfio che a stento lasciava intravedere gli occhi. Gli zigomi sporgenti e le labbra a canotto hanno ricordato non vagamente illustri precedenti come Mickey Rourke e David Hasseloff. Sui social si sono riversate le reazioni dei fan al grido di: dov’è finito Gabriel Garko? Ma perché? Che bisogno c’era? Non sono mancati poi gli sfottò e i paragoni con l’attrice veronese, nonché sua ex fiamma, Eva Grimaldi ed i relativi riferimenti allo stereotipo dell’uomo “cougar”.

Ma se da un lato la trasformazione fisica di Gabriel Garko lascia stupiti, non è da meno quella avvenuta per Rocco Siffredi in diretta tv all’Isola dei Famosi. La mitica porno star abruzzese aveva cominciato la sua avventura all’Isola con i migliori auspici e nel pieno delle forze, voglioso di dimostrare il suo vigore con una nuova esperienza e di rilanciare la sua immagine nei confronti del pubblico. Con il passare delle settimane però, quello che si è presentato davanti agli occhi del grande pubblico è stato un Rocco debole, smunto, smagrito e a tratti in seria difficoltà. Il fisico da modello che lo ha sempre accompagnato ha ceduto il posto ad un corpo ormai inevitabilmente segnato dall’età. Un Rocco quindi inedito, non più tonico e prestante come nei suoi film, ma esile e visibilmente fuori forma. Oltre al cambiamento fisico però, si aggiunge anche un radicale mutamento psicologico di Siffredi che ha abbandonato il mito dello stallone italiano lasciando trasparire un uomo in crisi, afflitto dalla sua ossessione per il sesso e dall’ansia di rovinare il rapporto con la moglie ungherese Rosza Tassi. Un sex symbol in ginocchio insomma, che annuncia addirittura il ritiro dalla scena hard. Dal confronto fra queste due icone dell’erotismo italiano però, emerge in maniera lampante come a differenza di Garko, che sembra voler fuggire a tutti i costi dall'inevitabile incalzare dell'età, Siffredi si sia deciso ad accettare finalmente il naturale cambiamento del suo fisico.

Crediti: Mediaset, Twitter, archivi web, Video Mediaset