Real Madrid campione del mondo 2014: Carlo Ancelotti in trionfo

Casillas alza il trofeo al cielo
Ecrit par

Il Real Madrid si è laureato campione del Mondo per club. Le merengues hanno battuto con estrema facilità il San Lorenzo: le reti di Sergio Ramos e Gareth Bale. Per Ancelotti è la seconda volta sul tetto del mondo.

Il Real Madrid si è laureato Campione del Mondo per club 2014. Nella finale giocata a Marrakech in Marocco, i blancos hanno battuto senza troppa difficoltà il San Lorenzo per 2-0, con una rete per tempo di Sergio Ramos e Gareth Bale. La partita non è mai stata in discussione e neanche il "grande sponsor" del Papa (tifoso e membro della squadra di Buenos Aires) ha potuto nulla contro la potenza di fuoco de "los merengues". La vittoria per il club di Madrid significa raggiungere i 18 trofei internazionali, ovvero diventare il club più titolato al mondo insieme al Milan e al Boca Juniors. Non sarà contento l'ad del Milan Adriano Galliani, che a ragione si fregiava sulle maglie di essere il club più titolato al mondo. Per il Real sono 10 Champions League, 2 Coppa Uefa, 2 supercoppe europee e 4 intercontinentali. Si perché i galacticos raggiungono il tetto del mondo per la quarta volta dopo le vittorie del 1960, 1998 e 2002. La vittoria però ha il sigillo di Carlo Ancelotti, primo artefice della rinascita dei blancos a livello internazionale negli ultimi 18 mesi.

Real Madrid campione del mondo 2014: Carlo Ancelotti in trionfo

Il trionfo in Marocco permette a Carletto di vincere un numero di trofei che in un anno e mezzo il predecessore José Mourinho non è riuscito a conquistare in tre anni, senza dimenticare il peso della "decima". La squadra di Carlo Ancelotti con la vittoria sui messicani del Cruz Azul in semifinale e con il San Lorenzo in finale ha raggiunto la 22esima consecutiva in tutte le competizioni, a sole due vittorie dal record del Coritiba, squadra della serie A brasiliana che le ha conquistate tra campionato paranaense e Coppa del Brasile tra febbraio e settembre del 2011. Con tutto il rispetto, non parliamo di Champions League e neanche della Liga, due manifestazioni ben più complicate del massimo campionato brasiliano. Il Real Madrid chiude così un 2014 che rimarrà negli annali del calcio. Mai nella storia del club erano arrivati quattro trofei nello stesso anno solare. Ancelotti è arrivato a vincere il suo 31° trofeo in assoluto, compreso la carriera da calciatore e la seconda Coppa del mondo da allenatore.

Real Madrid campione del mondo 2014: Carlo Ancelotti in trionfo

E' il trionfo di Ancelotti perché grazie all'allenatore emiliano la squadra è riuscita ad avere la serenità giusta e a trovare un equilibrio in cui tutti si esprimono al meglio. L'abitudine a vincere ha permesso ad Ancelotti di gestire i momenti critici con assoluta padronanza, evitando errori e riuscendo a ricavare il massimo dai suoi giocatori. "È incredibile quello che abbiamo fatto, indimenticabile, - ha detto l'allenatore italiano a fine partita - Vogliamo che il 2015 sia come il 2014". Eh, si perché il tecnico italiano può entrare nella storia del calcio. Nessuno mai dalla prima edizione della Champions League, dal nuovo formato in vigore dal 1992-1993, è riuscito ad affermarsi per due volte consecutive. L'ultimo a farcela è stato un certo Arrigo Sacchi con il Milan e in campo c'era proprio colui che spera di ripetere le orme del maestro. Dopo un anno dei record, il Real punta al 2015 da sogno.

Crediti: web , as, eurosport