Raffaella Fico: Le foto di Pia, figlia di Balotelli vendute a 100.000 euro

Raffaella Fico
Ecrit par

Raffaella Fico lascia la clinica dove è nata sua figlia Pia e vende le foto della neonata per 100.000 euro, Mario Balotelli telefona per accertarsi delle condizioni della bambina. Come finirà?

Lo scorso 5 dicembre, la nascita di Pia Fico, figlia di Balotelli e Raffaella, aveva allietato le prime pagine dei giornali scandalistici, ma non solo. Apparentemente, la bimba ha solo pochi giorni ma sta fruttando alla sua mamma centinaia di migliaia di euro. Secondo Novella 2000, sommate alle esclusive dei mesi scorsi, la vendita delle foto della bambina appena nata avrebbero aiutato Raffaella Fico a raggiungere la cifra stratosferica di un milione di euro, ipotizzando che le preziose immagini sarebbero state concesse per 500.000 euro. Per il momento, Raffaella ha fatto ai giornali scandalistici un prezzo di favore: ieri la neomamma ha lasciato la clinica Mediterranea protetta dai vetri oscurati di un enorme suv per salvaguardare la privacy della sua bimba, venduta poco dopo per 100.000 euro.

Raffaella Fico: Le foto di Pia, figlia di Balotelli vendute a 100.000 euro - photo
Raffaella Fico: Le foto di Pia, figlia di Balotelli vendute a 100.000 euro - photo
Raffaella Fico: Le foto di Pia, figlia di Balotelli vendute a 100.000 euro - photo

Insomma, i maligni di Novella 2000 si sentiranno in colpa di fronte alla generosità mostrata dalla signora Fico, che ha deciso di strasmettere il proprio cognome alla figlia in attesa che Balotelli prenda definitivamente posizione sulla paternità. Sebbene la stella del Manchester City non sembri pronto a diventare papà, il giocatore ha comunque lanciato segnali di apertura in corrispondenza del lieto evento: si vocifera che Super Mario abbia persino telefonato in ospedale per accertarsi sulle condizioni della sua primogenita. Ad ogni modo, le puntate di questo lunghissimo feuilleton sembrano rivelarsi proficue per la coppia, e noi di melty.it pensiamo che, se passo passo si arriverà a un lieto fine, a Raffaella conviene distillarlo a piccole, preziosissime dosi.

Crediti: Archivio web