Psy di "Gangnam Style" alcoolizzato: il cantante si confessa

Psy: l'autore di Gangnam Style ha confessato di aver problemi con l'alcool
Ecrit par

Psy, l’osannato cantante di “Gangnam Style”, soffre di alcolismo e solitudine. La rivelazione arriva direttamente dal cantante, nel corso di un’intervista pubblicata sul Sunday Times. melty.it vi dice di più.

Con un video come “Gangnam Style” c’è poco da stare allegri. Questo potrebbero aver pensato i suoi detrattori, alla notizia che il cantante Psy ha problemi con l’alcool. In un’intervista pubblicata dal “Sunday Times”, Psy - fischiato durante la sua comparsata alla finale di Coppa Italia - ha spiegato come l’alcool sia stato a lungo il suo migliore amico. “Quando sono felice – dice Psy – bevo, quando sono triste bevo, quando piove bevo, quando c’è il sole bevo”. E la storia non finisce qui. Psy ha un amore speciale per i superalcolici, a cominciare dalla vodka coreana: whisky, vodka, tequila sono in cima alla lista delle preferenze dell’autore di "Gangnam Style", ma non sono gli unici. Psy, alla ricerca di una spiegazione per il suo alcoolismo, ha fatto riferimento alla sua gioventù: dal rapporto difficile con il padre al suo “disperato bisogno di attenzione”.

È uno Psy davvero inedito quello che si è confessato al “Sunday Times”. Psy era stato arrestato per 25 giorni nel 2001, quando aveva 23 anni ed era al suo primo anno di carriera, per possesso di droga. “Dal punto di vista dell’artista – ha detto Psy, ricordandoil suo incarceramento – più esperienza significa più creatività. Io sono una persona molto positiva”. “Sono sobrio – ha concluso Psy – solo quando mi riprendo da una sbronza”. Intervista vera o meno, le rivelazioni di Psy sono un state un outing davvero inaspettato per l’autore di “Gangnam Style” e “Gentlemen”, censurato in Corea Del Sud per via dei riferimenti troppo espliciti contenuti nelle sue canzoni.

Crediti: Archivio web, Hollywood Life