PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro

Il caso Foxconn getta ombre su PS4
Ecrit par

Il debutto di PlayStation 4 si avvicina, e la produzione di nuove console procede senza sosta. Foxconn, famosa azienda di componentistica cinese, è però sotto inchiesta per lo sfruttamento del lavoro di studenti. Leggi di più su melty.it.

PS4 si prepara a fare il botto. La console Sony debutterà infatti in Europa il prossimo 29 novembre, portando con sé le bellezze della nuova generazione del gaming e, inevitabilmente, le prime scaramucce di 'console war' con la rivale Xbox One. E se esistono luoghi meravigliosi in cui la vera protagonista è proprio la piattaforma giapponese, come ad esempio 'Appartement 4', il primo appartamento a tema PlayStation 4, ce ne sono altri in cui davvero non vorreste trovavi. Lo testimonia la questione Foxconn, ormai già caso nelle indagini governative e sui forum di mezzo mondo. Foxconn, azienda produttrice di componenti hardware made in Cina che già collabora con Apple e Nintendo, è infatti impegnata nella produzione di console PS4 per conto di Sony. Dalla Cina arrivano però testimonianze non proprio positive sulle politiche della società, già sotto accusa nel febbraio del 2012 per i suoi orari di lavoro fuori norma e una scia spaventosa di suicidi tra i suoi impiegati.

Altri articoli su PS4PS4: foto e anticipazioni prima della presentazionePS4: Quando esce la Playstation 4Dalla Play a PS4, PlayStation compie 18 anni!PS4: "Appartement 4", un appartamento a tema PlayStation 4

PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro

Secondo il quotidiano Shanghai's Dongfang Daily, migliaia di ragazzi provenienti dalla Xi'an Technological University hanno lavorato nell'impianto Foxconn di Yantai da agosto a ottobre, come parte di un programma di studio/lavoro che in realtà si è rivelato un impiego al limite della sopportazione umana, con turni massacranti - anche notturni - direttamente in catena di montaggio. Non solo, gli studenti sarebbero stati costretti a svolgere un lavoro non legato al loro percorso di studi sotto continue minacce di non ricevere il diploma o più di sei crediti universitari in caso di abbandono dello stage. Secondo le dichiarazioni della studentessa Wang Yiran, i ragazzi più giovani del primo e del secondo anno si sono visti costretti a partecipare alla costruzione di alcuni componenti dell'imminente PlayStation 4. "E' come essere un robot" ha detto la ragazza, mentre il suo amico Li Xinzhou ha confermato di aver dovuto inserire i manuali e i cavi dentro le confezioni, spostando molti scatoloni. Alcuni studenti sarebbero addirittura svenuti in più occasioni, tanto che molti genitori hanno presentato domande di protesta all'ateneo cinese. Foxconn non ha rilasciato alcuna dichiarazione, limitandosi a confermare l'accaduto in violazione di ogni tipo di politica aziendale, sottolineando che il lavoro svolto è di tipo volontario e può essere abbandonato in qualunque momento dagli studenti. Insomma, se PS4 è la console più amata dagli sviluppatori, lo stesso non si può dire per chi, in Cina, è costretto ad assemblarla.

PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro - photo
PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro - photo
PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro - photo
PS4: Foxconn sotto accusa per sfruttamento del lavoro - photo
Crediti: Foxconn, Sony, extremetech.com, web , nowgamer.com