Processo Ruby: Berlusconi condannato a 7 anni per concussione

Berlusconi condannato: governo in bilico?
Ecrit par

Silvio Berlusconi è stato condannato in primo grado a 7 anni per concussione. Sull'ex premier pendeva anche l'accusa di prostituzione minorile nell'ambito del Processo Ruby. Si temono ripercussioni sulla stabilità del Governo Letta.

Dopo svariate ore di Camera di Consiglio, è arrivata l’attesissima sentenza di Primo grado del Tribunale di Milano per il Processo Ruby: Silvio Berlusconi, imputato per concussione e induzione alla prostituzione minorile, è stato condannato a 7 anni per "concussione per costrizione" e interdizione perpetua dai pubblici uffici. La sentenza è stata pronunciata dal pool dei tre magistrati donne Carmen D'Elia, Orsola De Cristofari e Giulia Turri: assente in aula Ilda Boccassini (in ferie), il Pubblico Ministero simbolo dell’inchiesta, mentre era presente il collega e Procuratore capo Edmondo Bruti Liberati. Giuliano Ferrara, a caldo, ha dichiarato che "Milano è diventata Teheran". L'avvocato Niccolò Ghedini, all'uscita dal Tribunale, ha affermato che "La sentenza era prevedibile, sono tre anni che dico che non si può mandare avanti un processo qui a Milano". Nicola Morra, capogruppo del Movimento 5 Stelle, ha commentato così: "Ora avanti anche con l'ineleggibilità di Berlusconi".

La vicenda legata a Ruby e le cosiddette “Olgettine”, protagoniste delle serate ad Arcore, naque dalla celebre telefonata di Berlusconi alla Questura di Milano nella notte tra il 27 e il 28 maggio 2010. L’allora Presidente del Consiglio, nel corso del colloquio con il capo di gabinetto Pietro Ostuni, richiese la liberazione di Karima El Mahrough (in arte Ruby Rubacuori) in quanto “nipote del Capo di Stato egiziano Mubarak”, adducendo al rischio-crisi diplomatica in caso di detenzione della giovane. Per Karima, allora minorenne, fu richiesto l’affidamento alla “consigliere ministeriale” Nicole Minetti, ex igienista dentale di Berlusconi e Consigliere regionale lombarda, (protagonista delle notti di Arcore, vestita da suora), nonostante il Pm dei Minori Annamaria Fiorillo ne avesse disposto l’ingresso in Comunità dopo l’arresto per furto. La raffica di intercettazioni telefoniche, a seguito dell’avvio delle indagini, fece emergere i particolari piccanti delle sexy-serate, nonché l’esistenza di ingenti flussi di denaro indirizzati alle ragazze coinvolte: la stessa Ruby, come si evince dalle ultime udienze, usciva da Arcore con banconote da 500 euro. E’ l’inizio della stagione del “Bunga Bunga”.

>>> Leggi su melty.it: Nicole Minetti: "Amavo Berlusconi", confessione al Processo Ruby

I Pm avevano richiesto per Silvio Berlusconi una condanna a 6 anni (cinque per la concussione, uno per la prostituzione minorile) e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Per due anni, i teoremi di accusa e difesa si erano scontrate nel corso di più di 50 udienze: la pubblica accusa sosteneva che Silvio Berlusconi rappresentasse il vertice di “un collaudato sistema prostitutivo”, con le ragazze di Arcore dedite a soddisfare i “piaceri sessuali” dell’ex premier. La difesa del Cavaliere, d’altro canto, ha sempre insistito sulla tesi delle “cene eleganti” in cui Berlusconi intratteneva le giovani commensali con discorsi di politica, gossip e calcio. Sia Berlusconi che Ruby hanno sempre negato di aver contratto rapporti intimi: lo stesso Presidente del Popolo della Libertà aveva dichiarato, all’uscita del Tribunale milanese, che durante le serate a Villa Macherio si organizzavano al massimo “gare di Burlesque” tra le avvenenti ospiti. Dopo questa sentenza, che ha attirato a Milano cronisti e televisioni da tutto il mondo, il futuro del Governo Letta è ancora più in bilico. Malgrado le rassicurazioni di Berlusconi (“Le persecuzioni giudiziarie nei miei confronti non avranno conseguenze sull’esecutivo”), i falchi del centrodestra avevano lanciato minacce in caso di condanna: Maurizio Gasparri aveva persino parlato di “Dimissioni in blocco” dei parlamentari Pdl. Uno dei legali dell'ex premier, Piero Longo, aveva dichiarato a margine dell'udienza: "E' un processo contro il Cavaliere". L'effettiva condanna di Silvio Berlusconi, che si aggiunge a quella in secondo grado per il Processo Mediaset, rischia di mandare all’aria il clima di appeasement della stagione delle Larghe Intese. Altro che aumento dell’Iva.

>>> Leggi su melty.it: Berlusconi condannato: Tutti i processi in 20 anni

Crediti: Youtube/rai, Google, Archivio web, archivio, Youtube