Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati

I tre candidati ripresi di spalle
Ecrit par

Ecco le ultime dichiarazioni di Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e Pippo Civati prima della giornata dell' 8 dicembre. Intanto Romano Prodi ha rivelato che voterà alle primarie PD. Leggi la notizia su melty.it!

(di Enrico Fop) Manca davvero poco all'apertura dei seggi per le primarie del Partito Democratico e i tre candidati ne hanno approfittato per darsi le ultimissime stoccate prima del grande giorno. In anticipo su di loro però, si è espresso Romano Prodi che, a sorpresa, ha dichiarato che voterà nella giornata dell' 8 dicembre per uno dei tre candidati. In un'intervista a “Il Mattino”, l'ex premier ha giustificato il suo cambio di direzione affermando che “Sono stato obbligato a ripensare decisioni precedentemente prese prima della recente sentenza della Corte costituzionale”. “In questa situazione così drammatica” ha detto il professore, “mi farebbe effetto non mettermi in coda con tanti altri cittadini”, aggiungendo che "servirebbe spingere soprattutto i giovani all'impegno politico”. Soddisfatto della scelta di Prodi è Guglielmo Epifani che ha commentato la notizia così: “Una decisione che gli fa onore e che fa bene alle primarie. Ora in tanti al voto”.

Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati - photo
Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati - photo
Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati - photo
Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati - photo

Matteo Renzi, il favorito su Cuperlo e Civati alle primarie Pd, in un'intervista al “Corriere della sera” ha evitato di parlare dei suoi avversari concentrandosi sui temi caldi della sua campagna: in primo luogo la riforma elettorale, che sarà realizzata “dal Parlamento partendo da una proposta che farà il Pd, e si fa con tutti quelli che ci stanno”. Poi Renzi ha parlato di Napolitano, affermando di avere “rispetto e stima per Napolitano, per la sua storia politica. Sono certo che lui, nella sua funzione istituzionale, avrà altrettanto rispetto per il Pd” e infine del suo possibile doppio incarico: “Chi mi accusa di volere il doppio incarico è come se ammettesse che invece si può fare il segretario e il parlamentare perché quest'ultimo non fa niente”.

Primarie Pd: Renzi, Cuperlo e Civati, scintille finali tra i candidati

Chi invece ha parlato direttamente dei suoi avversari politici è Cuperlo, che durante un'intervista a “Quotidiano Net” ha affermato: “Renzi pensa troppo alle performance tv, con molti slogan, ben detti, ma dietro ricette antiche e sbagliate”. Poi ha rincarato la dose chiedendo “basta ai doppi e tripli incarichi, con Renzi c'è un conflitto di interessi tra fare sindaco e segretario di partito”. In caso di vittoria, Cuperlo ha promesso quote rosa e ha assicurato europeismo: “Uno dei componenti della mia segreteria dovrà avere un ufficio a Bruxelles, perché l'Europa non è un vincolo esterno". Civati invece, nel parlare dei suoi avversari ha riassunto così lo stato delle cose: “Con Renzi si rinnova, ma fino ad un certo punto; con Cuperlo si sceglie una sinistra un po' burocratica; con me si rinnova, ma nel segno di una sinistra moderna”. Domenica 8 dicembre 2013 si svolgeranno le primarie del Pd, ecco dove si vota e l'orario dei seggi.

Crediti: Google images, facebook, web , Terzo Segreto di Satira, lapresse