Pride + Prejudice + Zombies: La video intervista a Matt Smith!

Marr Smith nei panni di Mr Collins
Ecrit par

In un'intervista esclusiva Matt Smith, interprete di Mr Collins in Pride + Prejudice + Zombies, parla del suo personaggio e del film: ecco cosa ha dichiarato!

Uscirà nelle sale italiane il prossimo 4 febbraio l'attesissimo Pride + Prejudice + Zombies, adattamento cinematografico dell'irriverente romanzo di Seth Grahame-Smith pronto a rivoluzionare uno dei classici più conosciuti della storia della letteratura. La storia è quella che tutti conoscono: Elizabeth Bennett, Mr Darcy, Mr Collins, le cinque figlie da sposare di Mrs Bennett. Non manca nessun elemento, ma al contrario se ne aggiunge qualcuno: gli zombies, appunto, e qualche combattimento ninja tra una proposta di matrimonio e un ballo da sala. Un'operazione particolare, che nella versione cinematografica ha deciso di affidarsi ad attori provenienti dal mondo seriale (leggi anche: Pride + Prejudice + Zombies, il successo cinematografico passa anche per la tv) segnando un interessante passaggio di consegne che regala sempre più spazio ad un settore in espansione soprattutto dal punto di vista recitativo. A parlare del film in un'intervista è proprio un attore che ha beneficiato del successo televisivo, ovvero Matt Smith, che tutti ricorderanno con cravattino e fez nei panni del celebre Doctor Who.

L'attore nel film interpreta Mr Collins, un pastore intenzionato nella storia originale a sposare una delle sorelle Bennett, essendo il primo in linea di successione per ereditarne i possedimenti alla morte del padre. L'uomo ha una predilezione particolare per la sua benefattrice, Lady Catherine de Bourgh (interpretata da Lena Headey, meglio conosciuta come Cersei Lannister in Game Of Thrones), ma le sue fortune in amore sono davvero esigue. "Il pastore Collins è colui che nessuna donna vuole sposare. È davvero uno sfigato", scherza Matt Smith, parlando proprio del suo personaggio. "Ed è assolutamente umano! Io resto da quella parte, non ho dovuto combattere nessuno Zombie". Un ruolo particolare non solo per la sceneggiatura, ma anche perché ha permesso all'attore di Doctor Who di calarsi nei panni di un uomo del XIX secolo. "È stato divertente. Abbiamo un fantastico reparto costumi, e credo che abbiamo dato un'interessante e moderna visione del periodo". Considerato che si parla di zombie in gonnella, su questo non c'è dubbio. Aspettiamo con ansia il 4 febbraio, perché di certo ci sarà da divertirsi!

Crediti: archivi web, vimeo