Pretty Little Liars 4: Anticipazioni, Aria scopre la verità su Ezra

Ezra Fitz in Pretty Little Liars
Ecrit par

Arrivano le anticipazioni degli episodi di Italia 1. Aria scoprirà di Ezra e la sua reazione sarà tutto fuorché calma!

I prossimi episodi di Pretty Little Liars trasmessi su Italia 1 saranno un punto di svolta per la serie tv e soprattutto per una delle protagoniste: la piccola Aria. Spencer, ormai sotto il controllo delle droghe, continua a ripetere che il professore sia –A ma nessuno le crede. Sabato 8 novembre, il pubblico di Italia 1 però scoprirà il vero segreto di Ezra: ha avuto una relazione con Alison e sta scrivendo un libro indagando sulla sua morte. La reazione di Aria sarà furiosa e i telespettatori assisteranno ad una performance di Lucy Hale che ricorderanno per molto tempo. In America invece, dopo l’annuncio di Lucy Hale che la settima sarà l’ultima stagione, e della teoria delle gemelle che sembra essere vero, la serie tv riprenderà a dicembre con lo speciale natalizio e a gennaio con la 5B, in cui scopriremo cos’è successo dopo la morte di uno dei personaggi storici.

Pretty Little Liars 4: Anticipazioni, Aria scopre la verità su Ezra

Le liars sono molto preoccupate per Spencer poiché scoprono, grazie ad Ezra, che la loro amica assume quotidianamente delle pillole. Durante una conversazione Ezra dice delle cose ad Aria su Spencer che nessuno poteva sapere così la ragazza inizia ad avere dei dubbi. Si reca alla baita e trova un racconto scritto da Ezra in cui racconta della prima volta che ha incontrato Alison e della loro relazione. Ezra vede le chiavi e inizia a cercarla allora Aria scappa mentre lui la segue. Aria sale su una seggiovia e qui Ezra la raggiunge raccontandole la verità. Le dice che stava scrivendo un libro su Alison, che voleva diventare uno scrittore famoso risolvendo il caso della ragazza scomparsa che tutti credevano morta. Aria capisce che Ezra si è solo servito di lei, lui dice che nonostante tutto i suoi sentimenti erano reali e nel frattempo i fogli del racconto cadono nel vuoto.

Crediti: Youtube, Google